Notizie locali
Pubblicità
Cure antiCovid, anche a Catania si prova la strada del plasma iperimmune

Covid-19

Cure antiCovid, anche a Catania si prova la strada del plasma iperimmune

Di Giuseppe Bonaccorsi

CATANIA - E’ finalmente cominciata sabato pomeriggio la somministrazione di plasma iperimmune nella terapia intensiva del Garibaldi centro per cercare di portare al miglioramento delle condizioni di salute di un legale catanese ricoverato e intubato nel reparto e in condizioni che i medici hanno definito molto serie.

Pubblicità

Il nuovo farmaco è in procinto di essere somministrato anche a un 45enne anche lui in condizioni gravi mentre un altro paziente è stato trattato ad Acireale. Saranno i prossimi giorni a dire se l’esito del nuovo farmaco produrrà risultati.

L‘iter per arrivare alla somministrazione è stato lungo. Su questo fronte le notizie sono tante. Orientativamente sembra che campioni di plasma prodotti a Catania siano stati inviati al laboratorio del Policlinico S. Matteo di Pavia che per primo ha prodotto queste sacche, Per appurare se la qualità era idonea e il prodotto quindi efficiente. Nel frattempo, però, il Garibaldi ha riunito il comitato bioetico che doveva dare il benestare alla somministrazione. Queste procedure avrebbero ritardato la procedura e si è dovuto attendere alcuni giorni prima di avviare la profilassi. Per fortuna sabato sera tutto il percorso è stato definito e ottenuto il benestare da Pavia immediatamente i medici della rianimazione hanno avviato la somministrazione.

Felici e speranzosi i familiari del legale per il quale nei giorni scorsi era partita una grande campagna di solidarietà con moltissime persone già guarite dal Covid che si erano recate al centro trasfusionale per sottoporsi al prelievo del sangue. Una campagna partita dai fratelli del legale che durante notti insonni hanno contattato apazienti guariti esortandoli a partecipare alla campagna di solidarietà.

«Oggi devo dire - dichiara il fratello dell’avvocato - che sono rimasto stupito dalla campagna solidale per mio fratello. Questa catena umana in fila ci ha commosso. Non ci aspettavamo una simile generosità da parte di tantissime persone che avevano sentito soltanto la nostra storia. Questo vuol dire che esiste una voglia di aiutarsi vicendevolmente molto forte. E’ un patrimonio di energia positiva che non va perso. Non sappiamo come finirà con mio fratello, ma la dimostrazione di solidarietà e coraggio di questa gente va coltivata... D’un tratto davanti a tutta quella gente mi sono ritrovato sul set del film di Frank Capra «La vita è una cosa meravigliosa...».

I familiari hanno ringraziato vivamente i medici della rianimazione e di tutti i reparti che si sono occupati dell’assistenza del fratello. «Hanno dimostrato una umanità e un coraggio che è doveroso manifestare».

Sul fronte degli ospedali prosegue lo sforzo di tutti i pronto soccorso della città e della provincia per ricoverare tutti i pazienti Covid che si recano in ospedale. E aumentano anche i posti letto a disposizione. Al più presto altre decine di posti saranno realizzati al Cannizzaro, mentre 26 sono i nuovi posti letto individuati al Garibaldi che da tempo era esaurito con oltre 100 posti di degenza ordinaria e 19 in terapia infettiva tutti occupati da giorni. Al Garibaldi sono previsti a breve altri 26 posti tra terapia intensiva e subintensiva per accogliere e assistere quanti più pazienti possibile.

Sul fronte dei farmaci il prof. Bruno Cacopardo, primario di Malattie infettive di Nesima si sta occupando del farmaco molecolare che l’Agenzia del farmaco americana ha recentemente approvato e che starebbe per essere avviato negli ospedali americani per la somministrazione. Cacopardo proprio in questi giorni e contemporaneamente al suo lavoro in corsia sta collaborando con alcuni colleghi professori di Fisica, tra i quali il prof. Paolo Castorina, a una studio della curva del contagio in Sicilia e in Italia, lasciando intendere che presto la linea potrebbe cominciare a scendere. I risultati di questo studio potrebbero essere resi pubblici entro la fine di questo mese.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA