Notizie locali
Coronavirus: sempre Catania la città con più contagiati, preoccupa il “focolaio” ospedaliero di Sciacca

Cronaca

Coronavirus: sempre Catania la città con più contagiati, preoccupa il “focolaio” ospedaliero di Sciacca

Di Redazione

PALERMO - Questi i casi di coronavirus riscontrati nelle varie province dell’Isola, aggiornati alle ore 12 di oggi, così come segnalati dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale: Agrigento, 18; Caltanissetta, 2; Catania, 57; Enna, 2; Messina, 9; Palermo, 28; Ragusa, 2; Siracusa, 8; Trapani, 4.

Pubblicità

In totale sono 130 i pazienti, di cui 44 ricoverati (solo 7 in terapia intensiva), 82 in isolamento domiciliare, due guariti e due deceduti.

Catania quindi con 57 casi è ancora la città siciliana con il maggior numero di contagi accertati, ma il dato di oggi alle 12 va ancora aggiornato con gli ultimi contagi e l'annuncio dell'ospedale Garibaldi che ha reso noto di avere un medico colpito dal coronavirus, insieme con i contagi di due segretarie dei «piani alti» dell'Asp non appare certo incoraggiante per i prossimi giorni, quando anche il recente rientro dal Nord di tanti giovani studenti e lavoratori potrebbe far lievitare ancora i numeri. Proseguono iinfatti  controlli dei numerosi cittadini rientrati in fretta e furia in Sicilia dal nord già da 4-5 giorni. I medici di famiglia, ognuno per i loro iscritti, stanno procedendo alla verifica telefonica di questi soggetti, per lo più giovani, che la legge prevede debbano stare in isolamento a casa per 14 giorni. Da domenica i medici sono in contatto telefonico con i loro assistiti (quelli che hanno autocertificato il rientro) per verifiche costanti del loro stato di salute.

Desta poi preoccupazione il focolaio ospedaliero di Sciacca: dei 18 casi di soggetti risultati positivi al coronavirus in tutta la provincia di Agrigento, 16 sono quelli accertati solo nell’ospedale di Sciacca. L’esame degli oltre 100 tamponi eseguiti al «Giovanni Paolo II», dopo il contagio della dottoressa del reparto di Medicina tuttora ricoverata al «Sant'Elia» di Caltanissetta, ha rivelato altre 5 persone colpite. Si tratta, in particolare, di 4 operatori sanitari e di un paziente. A confermare la notizia il direttore sanitario Gaetano Migliazzo, il quale ha precisato che l’ospedale continua a funzionare regolarmente.

I cinque contagiati da Covid-19 vanno ad aggiungersi agli 11 che erano già stati accertati nei giorni scorsi. Una circostanza che preoccupa il sindaco di Sciacca Francesca Valenti: «La nostra situazione - sottolinea - è grave, siamo ormai un caso a parte nell’emergenza attuale». Il comune sta contattando delle ditte specializzate nella realizzazione di strutture prefabbricate a rapida esecuzione per l’eventuale realizzazione in tempi brevi di reparti di terapia intensiva.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA