Notizie locali
Pubblicità
Siracusa, i badanti prima storditi e poi finiti con due colpi di pistola

Cronaca

Siracusa, i badanti prima storditi e poi finiti con due colpi di pistola

Di Redazione

Sarebbero stati uccisi con due colpi di pistola, come se fossero stati giustiziati. E’ quanto emerge dall’autopsia sui resti di Alessandro Sabatino, 40 anni, e Luigi Cerreto, di 23, i due badanti scomparsi il 12 maggio del 2014 dalla villa di Siracusa dove assistevano un anziano.

Pubblicità

I primi risultati dell’esame autoptico sono stati anticipati dalla trasmissione di Rai3 «Chi l’ha visto?» che si è occupata della
vicenda. Gli esami tossicologici chiariranno se prima di essere uccisi i due siano stati storditi con del sonnifero, e quindi
erano sdraiati perché addormentati, oppure se siano stati fatti inginocchiare.

Per il delitto gli inquirenti hanno arrestato con l'accusa di duplice omicidio e occultamento di cadavere il ristoratore Giampiero Riccioli, 50 anni, figlio dell’anziano accudito dai due badanti con i quali aveva avuto una serie di scontri perche avrebbe maltrattato il padre. I resti delle due vittime sono stati recuperati il 18 febbraio scorso dagli investigatori della squadra mobile in un pozzo della villa dell’indagato.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA