Notizie locali

Alla fine fu la pace e anche oltre. Perché noi siciliani siamo fatti così: tanto più ci incazziamo tanto più sappiamo platealmente perdonare. I sindaci di Palazzolo Acreide e Bobbio si sono stretti la mano in diretta tv in una cerimonia officiata dalla hippy conduttrice Camila Raznovich. Ma non bastavano complimenti reciproci, strette di mano e baci. Paolo Gallo, il sindaco di Palazzolo Acreide, città “perdente” per sospetto inciucio, non solo ha sotterrato l’ascia di guerra nei confronti della cittadina incoronata “Borgo dei Borghi”, ma ha anche buttato lì al sindaco di Bobbio, Roberto Pasquali, la proposta di un gemellaggio siculo-emiliano. Un colpo da maestro.

Pubblicità

Convitato di pietra, il povero prof. Daverio “collante” del calumet televisivo, mollato dalla conduttrice in apertura e vero responsabile di questo ennesimo scontro Nord-Sud che ha infiammato i social per 2 settimane. A lui, però, bisogna riconoscere un pregio. Quello di aver fatto indignare i siciliani che di norma non si sconvolgono per niente - spazzatura, ecomostri, corruzione, disoccupazione - subiscono tutto in silenzio, ma di fronte ai conflitti d’interesse di un “ingenuo” critico d’arte mezzo francese non ci vedono più dagli occhi, sin dai tempi dei Vespri. Peace and love, salsiccia di Palazzolo e champagne.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: