Notizie locali
Pubblicità
Covid, Speranza: «Non sarà un Natale come gli altri, il virus non scomparirà»

Italia

Covid, Speranza: «Non sarà un Natale come gli altri, il virus non scomparirà»

Di Redazione

Roma - «Il virus non scomparirà e quindi non sarà un Natale come gli altri e bisogna dire come stanno le cose. Ma non sarà così solo in Italia ma penso in tutta Europa». Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a Carta bianca su Rai 3. «Presto avremo più strumenti e test più efficaci e veloci. Saranno mesi ancora complicati ma in cui si vedrà sempre di più uno spiraglio di luce; in questi mesi dobbiamo resistere e la chiave fondamentale sono i comportamenti delle persone». «Una vaccinazione anti Covid alla popolazione su larga scala, avverrà da primavera inoltrata in avanti».  Le prime dosi - ha ribadito Speranza -
saranno destinate ai medici e agli infermieri in prima linea e alle persone più fragili. «Entro la fine di gennaio dovremmo
avere le prime dosi del vaccino anti Covid. L’Ema dovrà dare l'autorizzazione ma tutti i dati segnalano che dovremmo averle; tra qualche settimana dovremmo avere anche un altro strumento: gli anticorpi monoclonali». «Sono una realtà italiana molto interessante». «Di solito, ha spiegato il ministro, «i tempi per un vaccino sono molto più lunghi ma c'è stata una accelerazione come mai prima. Ancora nessuno dei vaccini ha avuto un ok definitivo dalle autorità, dall’Ema, però i vaccini di AstraZeneca, Biontech e Moderna saranno i primi per cui la comunità europea ha stretto accordi». Poi, ha concluso, «ci sono altri contratti in corso e nel corso dell’anno avremo altri vaccini». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: