home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sindaco Termini Imerese: «Cig negata a 21 ex operai indotto Fiat»

Francesco Giunta attacca la maggioranza del governo nazionale che ha dichiarato inammissibile l'emendamento presentato nel «decreto dignità», che avrebbe consentito ai lavoratori di accedere agli ammortizzatori sociali

Sindaco Termini Imerese: «Cig negata a 21 ex operai indotto Fiat»

PALERMO - «Siamo rammaricati che la maggioranza M5S-Lega abbia dichiarato inammissibile l'emendamento presentato nel «decreto dignità» che avrebbe consentito ai 21 operai dell’ex indotto Fiat di accedere agli ammortizzatori sociali così come gli altri colleghi». Lo afferma il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, città che fino al 2011 ha ospitato lo stabilimento della Fiat.


«Ricordiamo che per sole 24 ore questi lavoratori, a causa di una norma mal scritta, si trovano in uno stato di grave difficoltà. Se la maggioranza e in particolare il Movimento 5 Stelle che può contare sul maggior numero di parlamentari in commissione, avesse tenuto in debita considerazione le legittime aspettative di un territorio che continua ad essere considerato mero serbatoio elettorale, oggi - aggiunge - avremmo potuto restituire dignità e serenità a tante famiglie. Spiace rilevare che a Termini Imerese, nonostante negli ultimi mesi abbia espresso al M5S ampi consensi, tanto da poter contare sulla rappresentanza di due senatrici, i risultati, ad oggi, non possono che definirsi deludenti». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa