Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Forte pioggia lascia Palermo al buio. Crollato solaio di una scuola

Di redazione

PALERMO - Un nubifragio si è abbattuto nel pomeriggio su Palermo. La pioggia intensa ha provocato un black out in diversi quartieri della città. Senza energia la zona di via Ruggero Settimo, via Libertà, il centro storico e viale Strasburgo. Secondo quanto fa sapere l’Enel il black out è stato provocato da problemi alla rete di alta tensione gestiti da Terna. «I nostri tecnici insieme a Terna - spiegano dall’Enel - hanno lavorato insieme per ripristinare l’erogazione».

Pubblicità


Il black out ha fatto scattare l’allarme in molte abitazioni ed esercizi commerciali. Difficile il lavoro anche in banche ed uffici postali. Il temporale ha provocato disagi anche alla circolazione, con allagamenti ed auto in panne soprattutto nella zona compresa tra via Imera, piazza Indipendenza e corso Alberto Amedeo anche nella zona di via Messina Marine e Mondello. Sono intervenuti i vigili del fuoco per liberare almeno tre auto e un furgone rimasti intrappolati nella strada trasformata in un lago in via Imera. Decine le chiamate al centralino dei vigili del fuoco e della polizia municipale per richieste di intervento da un capo all’altro della città. 

E per il maltempo e le forti piogge delle ultime ore, in città, è crollato anche il solaio di una classe della scuola professionale Euroform, in via Quarto dei Mille a Palermo. Sul posto ci sono vigili del fuoco e sanitari del 118. Al momento del crollo c'erano alcuni studenti nell’immobile, ma non ci sarebbero feriti. La scuola è stata evacuata e l'edificio è stato sequestrato. Parte della strada di via Quarto dei Mille, a Palermo, è stata chiusa. «Abbiamo sentito scricchiolii e siamo fuggiti - ha raccontato il personale di segreteria - Abbiamo avuto solo il tempo di fare uscire tutti e il solaio è crollato».
I titolari della scuola di formazione hanno detto agli agenti della Polizia municipale che da tempo avevano segnalato la condizione di pericolo. Quando pioveva l’acqua entrava dal tetto. La scuola è di proprietà dei Padri Bocconisti. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: