Notizie locali
Pubblicità

Politica

Finanziaria, Ars vota potenziamento Via Vas e stralcia Irsap

Di Redazione

Palermo - Finanziaria ancora al rush finale all’Assemblea regionale siciliana. I lavori d'aula che con molta probabilità sarebbero finiti a notte fonda, sono stati interrotti bruscamente in prima serata con la notizia di un caso di covid all'Ars con l'immediata conseguenza dello scioglimento della seduta. I lavori di oggi hanno previsto il disco verde dopo un dibattito di un’ora circa al potenziamento della Commissione Via Vas, la commissione tecnica per il supporto allo svolgimento delle istruttorie per il rilascio di tutte le autorizzazioni ambientali di competenza regionale. Autorizzata la spesa di un milione di euro.
"Quando ci siamo insediati - ha detto intervenendo in Aula l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro - le pratiche pendenti in commissione Via Vas erano oltre mille, di queste alcune centinaia dimenticate nei cassetti del dipartimento Urbanistica e risalenti al 2006-2008. Siamo stati noi a istituire il portale e a dare sacralità alla pubblicità delle istanze presentate presso la commissione, abbiamo chiuso il "pascolo abusivo" negli assessorati, fermo restando il rispetto della procedura negoziata. Complessivamente da agosto 2019, anno in cui insediata nuova commissione a oggi, le pratiche esitate sono state 679 con una produttività che ha superato il 50 per cento in più rispetto al passato. Restano 220 pratiche arretrate, ossia 780 in meno rispetto alle mille che abbiamo trovato, a cui, però, si aggiunge la quotidianità quelle che continuano a essere presentate". Questa norma, afferma Giusy Savarino, deputata regionale di DB, "consentirà di esaminare con molta più velocità le pratiche e dimezzare i tempi di rilascio delle autorizzazioni. Si tratta di una norma fortemente voluta da DiventeràBellissima, che ha l'obiettivo di venire incontro alle segnalazioni e alle sollecitazioni più volte pervenute alla Commissione Ambiente e Territorio da me presieduta". Lo afferma Giusy Savarino, deputata regionale di DB. "Grazie all’approvazione dell’articolo 78 della Finanziaria regionale, infatti, il numero dei componenti della Commissione che si occupano di istruire le pratiche sarà raddoppiato, passando da 30 a 60, e con una maggiore attenzione alla competenza - continua Savarino -, sono inoltre previste sottocommissioni per materie tematiche". 

Pubblicità

Concessioni demaniali - «Abbiamo approvato l’articolo 118 che riguarda le concessioni demaniali le cui istanze sono state presentate prima della data di entrata in vigore della legge 32 del 2020. Una norma fortemente voluta e sostenuta da Fratelli d’Italia che dà certezze agli imprenditori, in una fase di grande crisi, di poter operare sulle concessioni demaniali nei comuni non ancora dotati di Piano di utilizzo del demanio marittimo. Cosa che non potrà più succedere per coloro che hanno presentato istanze dal 1° gennaio 2021», ha comunicato Elvira Amata, capogruppo di Fratelli d’Italia all’Ars. Via libera in finanziaria anche all’articolo 108 che apposta 1 milioni di euro per il completamento del progetto relativo ai lavori di messa in sicurezza del tratto di costa Santa Margherita-Galati Marina, nel Messinese, in fase di realizzazione. 

 Irsap - Dopo la fortissima accelerazione di ieri, in aula questa mattina lunga discussione per l’articolo 154 - poi stralciato - in tema di riforma Irsap. "Chiedo un impegno formale di tutte le forze politiche affinchè dalla prossima settimana in Commissione si affronti la riqualificazione delle Asi e la riforma dell’Irsap sulla base dell’articolo 154" ha detto l’assessore alle Attività produttive, Mimmo Turano. Il testo adesso sarà inviato e analizzato dalla III Commissione presieduta da Orazio Ragusa che dovrà trattarlo come prioritario in maniera tale che "nel giro di una settimana possa essere rinviato in Aula come disegno di legge autonomo", ha il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè.

Via libera anche all’articolo 92 che interviene in materia di comando del corpo di vigilanza degli enti parco, modificando le disposizioni relative al trattamento fondamentale e accessorio. Bocciato l’articolo 117, via libera, infine, al finanziamento di 1 milione di euro per il risanamento costiero del tratto Santa Margherita-Galati Marina Messina. "Per il completamento di quest’opera - spiega Antonio De Luca del M5S - occorreva reperire fondi utili a realizzare il secondo stralcio. Per questa ragione già in commissione bilancio all’Ars nelle scorse settimane ho presentato un emendamento che rimodula 1 milione di euro di fondi extra regionali che ha avuto il via libera dalla Commissione».

L’Ars ha votato in serata la proroga fino al 30 aprile dell’esercizio provvisorio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: