Notizie locali
Pubblicità
Il Catania a Joe Tacopina: firmato il contratto preliminare

Sport

Calcio Catania, il sindaco Pogliese all'Agenzia delle Entrate: «Agevolare transazione fiscale»

Di Redazione

CATANIA - «Nel massimo rispetto delle autonome valutazioni che insieme ai suoi uffici vorrà fare, mi è doveroso rappresentarle i consequenziali effetti di un esito positivo della procedura conciliativa che le è stata sottoposta, poiché le vicende societarie del Calcio Catania, come anche il Tribunale ha autorevolmente evidenziato, non possono essere considerate solo un fattore sportivo o d’impresa». Lo scrive il sindaco di Catania Salvo Pogliese in una lettera alla responsabile dell’agenzia per le Entrate di Catania Claudia Cimino in merito all’accordo transattivo fiscale richiesto dal Calcio Catania S.p.A. per procedere celermente alla cessione delle quote azionarie attualmente interamente possedute da Sigi.

Pubblicità

«Ho avuto modo di confrontarmi personalmente con l’avvocato Joe Tacopina, che guida la cordata di investitori disposti a rilevare le quote azionarie Sigi, proprio sul presupposto della riduzione del debito creato negli anni scorsi con l’Agenzia delle Entrate. E oltre al rilancio del club calcistico che da 75 anni rappresenta la città di Catania mi è stato rappresentato l'interesse del gruppo americano a promuovere ulteriori iniziative imprenditoriali su settori produttivi diversificati del nostro territorio».

«Non sfugge - sottolinea Pogliese - che questo possa generare opportunità di lavoro e sviluppo con conseguenti ricadute anche sul valore della massa impositiva certamente superiori a quella che verrebbe a mancare qualora venissero accettati i termini della proposta transattiva, evitando in questo modo un’ulteriore condizione di sofferenza economica del Calcio Catania a cui, peraltro, molto difficilmente potrebbe fare fronte».

«Mi auguro - conclude - di averle fornito idonei elementi aggiuntivi alle sue opportune valutazioni per la transazione fiscale del Calcio Catania, da cui sinceramente auspico derivi un contributo determinante a invertire una rotta viceversa destinata all’ineluttabile crisi di una tradizione sportiva, a cui sono connessi svariati fattori di sviluppo e coesione sociale dell’intera provincia di Catania». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA