Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio Catania, è una telenovela: si tratta con il gruppo maltese ma rispunta Tacopina

Di Giovanni Tomasello
Pubblicità

Oggi comincia così una nuova settimana movimentata e si aspetta la risposta del gruppo maltese atteso da un momento all’altro al Village di Torre del Grifo. I soci della Sigi si sono mossi in diverse direzioni mettendosi in contatto con imprenditori esteri ma anche locali e ieri domenica si è pure diffusa in città la voce del coinvolgimento di uno sceicco di Dubai ma attenzione in questo momento si dice di tutto e di più sul Catania e bisogna stare attenti a possibili “leggende metropolitane”.

Sabato scorso c’è stata una riunione della Sigi alla quale fra l’altro non hanno partecipato tutti i soci e secondo alcune indiscrezioni ci sono delle divergenze di vedute e anche questo non sorprende più di tanto. Ormai non si conosce ufficialmente neanche l’esatto numero dei componenti della Spa proprietaria del club rossazzurro: c’è chi parla di 24, altri di 26 soci. Di sicuro a Torre del Grifo non si respira aria buona e rimane un clima di grande incertezza.

Qualcosa di più si potrà sapere a metà settimana visto che non sono ancora arrivate le risposte che si attendevano già sabato. La situazione societaria del Catania rimane ingarbugliata e al di là delle transazioni con il Comune di Mascalucia e l’Agenzia delle Entrate la cui decisione finale che spetta a Palermo potrebbe essere presa da un momento all’altro, ci si augura pure che i creditori privati continuino a pazientare.

TACOPINA INTERESSATO ALLA SPAL?

L’avvocato italo americano dopo essere stato nei giorni scorsi a Venezia e Padova, ieri ha trascorso la domenica a Ferrara dove si è pure incontrato con il direttore generale della Spal, Andrea Gazzoli. Con loro c’erano anche altri amici americani di Tacopina. Sono bastati pochi minuti e la foto è apparsa sui social, si è parlato inoltre di un avvicinamento del manager italo americano anche al Cesena, ma Tacopina in serata ha voluto fare una precisazione: «Mi ero riproposto di non parlare, ma sono costretto a dire che per quanto mi riguarda la trattativa con il Catania per non è ancora chiusa. Il mio obiettivo principale resta l’acquisto della società etnea, io ci spero ancora ma dipende dalla Sigi che deve fornire le certificazioni sulla riduzione del debito». Questo il messaggio di Joe Tacopina e come si vede senza che nessuna offenda, sembra di assistere a una telenovela.

Comprensibile lo smarrimento e la preoccupazione della tifoseria rossazzurra che dopo anni di delusioni vorrebbe una squadra in grado di tornare in tempi ragionevoli nel calcio che conta e invece si continua ad andare avanti tra voci, smentite, carte bollate e purtroppo anche Tribunali.

Possibile che non si riesca a dire ai sostenitori della massima espressione calcistica cittadina, vale a dire il Catania Calcio, come stanno veramente le cose? Sindaco Pogliese mai come in questo momento il suo intervento potrebbe servire a chiarire le idee. Lei che conosce bene la situazione interna al club rossazzurro e anche le persone che vi fanno parte, compreso Tacopina, ci sembra nelle condizioni di spiegare alla città cosa sta accadendo evitando pure che questa vicenda lunga e complessa sconfini nell’esasperazione perché di questa storia non se può proprio più.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA