Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

Palermo

Da Nuova Zelanda a Cefalù per vedere dove atterrò papà

Di Redazione |

CEFALU’ (PALERMO) – Dopo quasi 80 anni un pilota civile di Cefalù, Luca Lazzara, è riuscito a rintracciare i parenti di un pilota della Raf inglese che nel 1941 fu costretto ad un atterraggio di fortuna. L’episodio di uno degli episodi bellici più emozionanti e fantastici, che ebbe come protagonisti gli equipaggi di quattro aerei inglesi, sarà rievocato il 13 ottobre a Cefalù con un incontro che cancellerà gli odi e le rivalità della guerra.

I quattro aerei erano partiti dalla base alleata di Malta l’11 novembre 1941. Dovevano colpire un convoglio navale italiano che portava rifornimenti e viveri alle truppe in Libia. Ma sbagliarono rotta e finirono sulla costa di Cefalù. Rimasti senza carburante, i piloti tentarono un ammaraggio. Tre aerei finirono in mare. Cinque degli uomini di equipaggio si salvarono a nuoto e furono catturati. L’altro aereo riuscì ad atterrare sulla spiaggia capovolgendosi. Il pilota Raymond Warren Taylor e il mitragliere uscirono indenni e furono pure presi prigionieri.

Lazzara ha ritrovatro una figlia di Taylor, Sally. Vive in Nuova Zelanda, dove la famiglia si era trasferita. Dalla Nuova Zelanda e dall’Inghilterra verranno a Cefalù per partecipare alla giornata organizzata dal Comune i parenti di quei soldati ex nemici, che sono tutti scomparsi. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA