Notizie Locali


SEZIONI
Catania 10°

Politica

Elezioni Sicilia, Di Maio: «Inquietante patto Pd-Forza Italia». E Micciché sbotta: «Loro hanno fatto gli accordi»

Di Redazione |

MATERA – «Quando vince il Movimento cinque stelle si mandano all’opposizione il Patto del Nazareno e gli estremismi. Quando non vince il Movimento Cinque Stelle, vincono coalizioni di Pd e Forza Italia insieme, come successo a Gela: questo è inquietante per il futuro del Paese. Per questo credo che bisogna continuare a dare fiducia al Movimento cinque stelle». Sono le parole del viceopremier e il leader del M5S Luigi Di Maio, pronunciate ogi a Matera rispondendo a una domanda sul risultato dei ballottaggi in Sicilia.

«Ma quale Nazareno in salsa sicula?» è sbottato il leader di Forza Italia in Sicilia Gianfranco Miccichè secondo il quale «a Gela non c’è stato un accordo tra Pd e Forza Italia, semplicemente c’è stata una convergenza su un nome. Lucio Greco è bravissimo e simpatico, ma ribadisco è stato un accordo tra liste civiche». Poi micciché ha spiegato meglio: «C’è stato un accordo con Lillo Speziale e Giuseppe Arancio del Pd – dice ancora Miccichè – ma non si può parlare di un patto Forza Italia-Pd». E poi aggiunge, ridendo: “Può capitare di festeggiare insieme, però… Come è accaduto nella notte a Gela».

«Il Nazareno ha detto ancora Miccichè – era un accordo tra Pd e Forza Italia e io non vado verso questa strada, non sarebbe possibile. Io ripeto sempre che alla fine i simili devono stare insieme. Sono arrivato dire che persino io e Orlando siamo simili…».

E poi Micchiché passa al contrattacco su Caltanissetta:  «A Caltanissetta la Lega e il M5S hanno fatto un accordo per fare perdere il candidato del centrodestra Michele Giarratana, lo posso mettere per iscritto. E’ inutile che i leghisti e i grillini neghino l’accordo. C’è stato ed è sotto gli occhi di tutti».

Miccichè se la prende in particolare con il deputato leghista Alessandro Pagano, ex forzista ed ex berlusconiano. «Pagano ci odia – sbotta Miccichè – Quando uno va via da un partito poi ti odia, come accade in amore… Non c’è dubbio alcuno che Pagano per farci perdere ha fatto l’accordo con i Cinque Stelle. Ma fa parte della politica, va bene così. Io non provo odio. Sono avversari politici e basta». E poi aggiunge: «Se avessimo fatto a Caltanissetta lo stesso accordo che abbiamo fatto a Gela avremmo vinto…».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati