Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

INFRASTRUTTURE

Il Ponte sullo Stretto irrompe al Consiglio europeo dei Trasporti. L’Ue: «Disponibili a finanziare la prima fase»

Il minsitro Salvini porta all'attenzione dei colleghi l'attraversamento stabile tra Sicilia e Calabria. La commissaria Valean: «Ci siamo messi a disposizione»

Di Alfredo Zermo |

Un altro piccolo passo avanti verso il sogno siciliano del Ponte sullo Stretto è stato compiuto. Ora anche l'Ue apre alla realizzazione di quella che in Italia è diventata la madre di tutte le infratrutture. La commissaria Ue per i Trasporti, Adina Valean, rispondendo a una domanda sull'incontro con il vicepremier Matteo Salvini è stata possibilista. Ma «mon abbiamo discusso solo dell’inclusione» del Ponte sullo Stretto di Messina nelle Ten-T, «che c'era già – ha precisato la commissaria europea – , so che è molto importante per il governo italiano, abbiamo discusso dei prossimi passi e ci siamo messi a disposizione. Aspettiamo un progetto solido per finanziare la prima fase di fattibilità e poi il progetto partirà». 

«A parte avere una intenzione, bisogna avere una fase di preparazione e poi essere pronti per la costruzione effettiva», ha evidenziato Adina Valean. In mattinata il ministro dei Trasporti, Matteo Salvini, intervenendo a Bruxelles alla riunione con gli omologhi europei, aveva detto: «Sottolineo ai colleghi che l'attuale governo dopo 54 anni di mancati sforzi ha tutta l'intenzione di avere un collegamento stabile fra Sicilia e Calabria, fra Italia e Europa, per il completamento di quel corridoio scandinavo-mediterraneo che» con «il Ponte che collega Messina e Reggio, Sicilia e Calabria, avrebbe l’anello mancante di cui parlava la commissaria Valean». «Noi – aveva aggiunto – stiamo investendo sulla progettazione e avendo tempi e finanziamenti certi».

Il ministro dei Trasporti, viene riferito in una nota, dal suo arrivo a Bruxelles sta evidenziando con grande forza soprattutto il dossier del Ponte sullo Stretto. «Per la prima volta dopo anni, sui tavoli europei torna un’opera che per l’Italia sarà fondamentale, non solo per collegare Sicilia e Calabria, ma anche per inquinare di meno aria (140.000 tonnellate di anidride carbonica emessa in meno) e mare», ha sottolineato, indicando che da parte della commissaria Ue, Adina Valean, e da altri colleghi europei c'è «attenzione e condivisione». 

«C'è un’infrastruttura che non unisce Sicilia e Calabria ma che unisce l’Italia al Nord Europa, il Ponte sullo Stretto di Messina è priorità per me, per il governo e per milioni di italiani, è di estremo interesse per la Commissione europea e molti colleghi di altri Paesi», ha ribadito Salvini al termine del Consiglio Trasporti a Bruxelles. «Dopo  cinquant'anni di parole, tanti convegni e parecchi milioni spesi abbiamo tutta l’intenzione di procedere», ha evidenziato sottolineando di augurarsi di poter pèartire entro due anni con i lavori.

Intanto da Palermo il presidente della Regione Siciliana ,Renato Schifani, appresa la notizia, ha voluto fare le sue  «congratulazioni al ministro Salvini per l’appoggio concreto ottenuto dal commissario europeo ai Trasporti, Adina Valean, alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. È un traguardo da noi tanto ambito – ha sottolineato il governatore – indispensabile per conferire finalmente alla Sicilia il ruolo che merita, quello di regione europea moderna al centro del Mediterraneo».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati