Notizie Locali


SEZIONI
Catania 13°

Politica

Musumeci tuona: «Indegno e odioso che all’Ars permanga voto segreto»

Di Redazione |

PALERMO – «I siciliani devono sapere che la Sicilia è l’unica regione d’Italia nel cui Parlamento rimane il voto segreto. E’ una cosa indegna ed è un’odiosa prassi. Lo dico con tutto il rispetto che si deve al profilo istituzione per una terra che vanta, storicamente, il Parlamento più antico d’Europa. Auspico che in maniera trasversale si possa, finalmente, decidere di abrogare questa norma regolamentare. Lo scorso anno avevano detto sì i grillini e il Pd, oltre che il centrodestra. Non si è capito perché quest’anno abbiamo deciso di cambiare idea». Così ai giornalisti il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, a margine dell’incontro tenuto a Palazzo d’Orleans, nel quale si è siglato l’accordo-quadro tra Regione Siciliana e Ismett, in tema di sanità.

E sulla riforma della legge elettorale auspicata di recente dal presidente dell’Ars Miccichè, ha detto: «Ben venga una modifica della legge elettorale. Una delle proposte che questo Governo ha avanzato all’inizio della legislatura è proprio questa. E’ assurdo che con il voto disgiunto si possa direttamente eleggere il presidente della Regione, ma non si consenta allo stesso un minimo margine. Per carità, questa legge non ci impedisce di governare, però è giusto che il presidente della Regione non debba andare al mercato delle vacche grasse. Oggi noi abbiamo una colazione di governo, ma non abbiamo una maggioranza».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA