Notizie locali
Pubblicità

Politica

Governo: Franceschini, una crisi ora sarebbe irresponsabile

Mantenere la stabilità del Paese "è un dovere in generale"

Di Redazione

ROMA, 12 LUG - "Una crisi adesso? Gli italiani ci dovrebbero correre dietro". A dirlo, il ministro della Cultura Dario Franceschini, oggi ospite del quinto appuntamento del ciclo "Italia 2022: Persone, Lavoro, Impresa", piattaforma di dialogo promossa da PwC Italia con il gruppo editoriale Gedi, dal titolo "Arte e Cultura: una strategia di rilancio per il Paese". Mantenere la stabilità del Paese "è un dovere in generale - spiega - Noi poi abbiamo la legge di bilancio da fare. Dobbiamo rispettare le scadenze del Recovery al 31 dicembre. Abbiamo la coda della pandemia che, come vediamo, è tutt'altro che semplice. Poi c'è la guerra, l'inflazione, la perdita di potere d'acquisto dei salari. Di fronte a tutto questo, apriamo una crisi e andiamo a votare anticipatamente? Ci dovrebbero correre dietro gli italiani, con i bastoni o forconi".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: