Notizie locali
Pubblicità

Salute

A Messina nasce "Gala Blud", la Banca del latte umano donato

Il servizio sarà attivato presso l’Unità operativa di Neonatologia del Policlinico universitario "Gaetano Martino" 

Di Redazione

Nasce a Messina "Gala Blud’", la Banca del latte umano donato. Il servizio sarà attivato presso l’Unità operativa di Neonatologia del Policlinico universitario "Gaetano Martino" di Messina, diretta da Alessandro Arco, vicepresidente regionale Sicilia della Simeup (Società italiana di medicina emergenza-urgenza Pediatrica), componente del Tavolo tecnico percorso nascita e membro della Commissione Sten Regione Sicilia. L'evento di presentazione, dal titolo 'Dal dono delle madri e dall’impegno della scienza nasce Gala Blud’, è in programma giovedì primo luglio, alle 16, al Parco Horcynus Orca di Torre Faro (Messina). "'Gala Blud’ è un progetto che darà la possibilità alle donne che allattano di essere madri non solo del proprio bambino ma, in un senso più ampio, madri di umanità, diventando nutrici dei neonati più fragili", spiega Arco.  "La banca sarà un servizio ospedaliero anche di supporto all’Unità di Patologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico messinese, diretta dalla professoressa Eloisa Gitto - spiega il responsabile -, una possibilità davvero importante per la salute dei più piccoli. Il latte materno, infatti, ha innumerevoli benefici: tra gli altri rinforza il sistema immunitario, riduce l’incidenza di gastroenteriti, infezioni e allergie, migliora lo sviluppo psicomotorio e intestinale e riduce il rischio di contrarre diverse patologie nei primi anni di vita". 

Pubblicità

Per centrare questo obiettivo è stato costituito un team multidisciplinare che si occupa non solo di accertare tutte le norme igieniche ed etiche della donazione, ma anche del corretto avvio all’allattamento, di ricerca e approfondimento scientifico. La struttura della Banca del latte umano donato è un organismo complesso e multidisciplinare per garantire, dal punto di vista tecnico-scientifico, sicurezza ed efficienza in ogni passaggio. Il latte materno viene trattato secondo scrupolose procedure di sicurezza indicate dalle 'Linee guida per la costituzione e l’organizzazione di una Banca del latte umano donatò, della Società italiana di neonatologia (Sin). 

Una volta arrivato alla Banca, il latte viene sottoposto a numerosi controlli batteriologici, congelato e sigillato in modo che il prezioso alimento possa essere utilizzato senza rischi e preservandone le peculiari caratteristiche nutrizionali. Durante l’evento dell’1 luglio, dopo i saluti, tra gli altri, del governatore siciliano, Nello Musumeci; del presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Micciché; dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza; del prefetto di Messina, Cosima Di Stani, e del sindaco, Cateno De Luca, i lavori si articoleranno in due sezioni: la prima 'Sull'importanza del latte maternò e la seconda dal titolo 'La banca del latte umano donato: risorsa fondamentalè. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: