Notizie Locali


SEZIONI
Catania 9°

Musical

Un 20enne siracusano è l’unico italiano nel cast “Newsies” della Disney

Arcangelo Ciulla: «Si è realizzato un sogno, sono felice»

Di Titti Cantone |

È l'unico italiano entrato nel cast del musical "Newsies" della Disney, atteso per la presentazione alla stampa il prossimo 29 novembre al Troubadour Wembley Park Theatre di Londra. Ha vent’anni appena compiuti, si chiama Arcangelo Ciulla ed è siracusano. Parla dello spettacolo di cui sta per iniziare le prove come di “un sogno che si realizza”, come un destino che si compie perché, quando 3 anni fa approdò a Londra per studiare da performer, confidò alla mamma che ci sarebbe rimasto solo il tempo di studiare per poi volare in America e cercare di ottenere un ruolo nel musical della Disney, che a Broadway è in cartellone dal 2012 ed è rimasto in scena per 1004 repliche, fino al 24 agosto 2014. 

«E invece – dice come uno che non ci crede ma che la sa lunga – è stato il musical a venire da me a Londra, e io non potrei proprio essere più felice di così». “Newsies”, basato sulla storia vera dello sciopero del 1899 a New York degli strilloni che si guadagnavano da vivere vendendo quotidiani, è un musical con musiche di Alan Menken, testi di Jack Feldman e libretto di Harvey Fierstein, basato sul film di Kenny Ortega Gli strilloni. È stato candidato a 8 Tony Award (tra cui miglior musical), vincendone due: migliore colonna sonora originale e migliori coreografie. A Londra già fremono per l’attesa, e ne parlano come “dell’incredibile nuovo spettacolo”; Ciulla impersona Ike, uno degli strilloni, e spiega: «in questo musical tutti i ballerini dell’ensemble hanno un nome, perché è un’opera corale in cui tutti, e non solo i protagonisti, sono importanti». Se gli si chiede come abbia fatto, lui, ad entrare in uno spettacolo così, risponde che nelle audizioni «ho messo tutto il cuore e la passione che sono tipici degli italiani. So in cosa sono molto bravo e quello che non so fare bene, ho espresso al meglio le mie doti, ho messo sul piatto quanto volessi esserci, quello che sono e quello che sono capace di dare e diventare».

D’alta parte Arca, come lo chiamano tutti, le idee le ha chiare da sempre. Balla da quando aveva 6 anni e studiava a Siracusa all’Accademia di formazione allo spettacolo Silva Arte Danza e Musical. A 10 anni ha già deciso cosa farà da grande, il ballo da solo non gli basta più, vuole diventare un musical performer. Nel 2015 arriva l’audizione che gli cambia la vita: il regista Massimo Romeo Piparo lo sceglie per un ruolo nel musical Billy Elliot, che girerà tutta l’Italia. Nella seconda stagione del musical ne diventa il protagonista. Quello che viene dopo si svolge nel Regno Unito, perché a 16 anni supera l'audizione per la prestigiosa Accademia "Laine Theatre Arts" di Londra, ottenendo anche una borsa di studio. Lì, ha studiato e si è diplomato la scorsa estate come Performer professionista. In tre anni, oltre a perfezionarsi nel ballo, recitazione e canto, ha imparato a cavarsela da solo (si è fatto pure il covid lontano da casa) e ha perfezionato l’inglese, che ora parla come fosse la sua lingua madre, cercando poi la traduzione italiana più adatta per farsi capire meglio.

Ha paura della sua nuova avventura? No, non vede l’ora di cominciare, e poi continuare, finché non entrerà stabilmente nell’industria dello spettacolo, quella importante che già gli ha strizzato l’occhio una volta e che lui non vuole lasciare più. Punta a ruoli da protagonista, e non crede che tornerà in Italia. «La amo molto, ma per gli artisti il posto giusto è qui».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA