Notizie locali
Pubblicità

Siracusa

Siracusa, paziente e familiari vanno in escandescenza al pronto soccorso: aggrediti poliziotti

I componenti dell'equipaggio di una volante minacciati e picchiati dai familiari di un giovane paziente che voleva subito essere assistito

Di Redazione

Minacciati, aggrediti e picchiati agenti di polizia al pronto soccorso di Siracusa e la loro auto danneggiata. Denunciate per questo episodio quattro persone, che.sarebbero andate in escandescenza per via dell'attesa al pronto soccorso dell'Umberto I di Siracusa. La questura di Siracusa ha riferito che nella prima serata di ieri, martedi 14 giugno, un giovane di 22 anni, conosciuto agli uffici di polizia perché sottoposto agli arresti domiciliari, si è recato al pronto soccorso dell’ospedale di Siracusa, perché colto da un malore, accompagnato da altri tre familiari (due donne e un altro uomo).

Pubblicità

Sin da subito, il paziente e i suoi accompagnatori avrebbero palesato insofferenza all’interno della sala d'aspetto "perché pretendevano di essere immediatamente ricevuti dai medici".

La guardia giurata, che al momento prestava servizio in ospedale, vedendo che i quattro montavano sempre più in collera e mostravano un fare minaccioso, chiamava la polizia. Poco dopo, i componenti di una volante, arrivati al pronto soccorso per sedare gli animi, per tutta risposta, venivano minacciati, aggrediti e picchiati dai familiari del giovane e dalla stesso paziente. In particolare, secondo la ricostruzione della polizia, una donna di 36 anni dopo aver minacciato gli agenti danneggiava l’autovettura della polizia. Riportato l'ordine gli agenti denunciavano i quattro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA