Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

La carica dei film del 2022, da Moretti a Salvatores e Virzì

Undici autori italiani scendono in campo nell’anno più difficile

Di Redazione

Nell’anno forse più difficile, il 2022, quello in cui si giocherà davvero il destino della sala ormai in lotta aperta con streaming e pandemia, scendono in campo, tra i 92 film italiani complessivi, undici autori con altrettanti lavori tra classicità e spleen. Si va da Paolo Genovese a Luca Guadagnino, da Gabriele Salvatores a Michele Placido, da Paolo Virzi a Pupi Avati, da Paolo Taviani a Nanni Moretti, da Pietro Marcello fino a Mario Martone ed Alice Rohrwacher.

Pubblicità

Intanto c'è tutta una deriva di 'classicIi come IL RITORNO DI CASANOVA di Gabriele Salvatores dall’omonimo romanzo di Arthur Schnitzler. Un’opera plumbea con il racconto di un Casanova (Toni Servillo) ormai in età avanzata e alle prese con la sua ultima giovanissima e impossibile conquista. ll film, scritto dallo stesso Salvatores con Umberto Contarello e Sara Mosetti, ha nel cast Sara Serraiocco, Fabrizio Bentivoglio e Natalino Balasso.

Sempre sul fronte della classicità c'è DANTE biopic sul Divin Poeta a firma di Pupi Avati. Di scena la sua tormentata vita, dall’infanzia solitaria alla morte in esilio, vista attraverso il viaggio di Giovanni Boccaccio per riabilitarne la memoria. Tra gli interpreti Sergio Castellitto, Alessandro Sperduti, Carlotta Gamba, Enrico Lo Verso e Alessandro Haber.

Ancora un classico e addirittura I PROMESSI SPOSI per Pietro Marcello che si cimenta liberamente con l’opera omonima di Manzoni. Per ora nessuna notizia su location e cast. Anche LEONORA ADDIO, primo film di Paolo Taviani senza il fratello Vittorio, prende spunto da un classico della letteratura, ispirato all’omonima novella di Luigi Pirandello in cui si racconta il matrimonio tra Rico Verri e Mommina, una donna non più giovane. Nel cast Fabrizio Ferracane, Massimo Popolizio, Nathalie Rapti Gomez e Sinne Mutsaers.

Mario Martone, invece, con NOSTALGIA porta avanti la sua raffinata ricerca sulla napoletanità con la lettura cinematografica dell’omonimo romanzo di Ermanno Rea. Protagonista Felice Lasco che torna nel Rione Sanità a Napoli dopo quarantacinque anni trascorsi fra Medio Oriente e Africa. Dopo aver assistito la madre morente, invece di tornare al Cairo dove lo aspetta la compagna, resta a Napoli, forse perché in attesa dell’incontro fatale con Oreste Spasiano, delinquente incallito detto Malommo. Nel cast, Pierfrancesco Favino, Tommaso Ragno, Francesco Di Leva e Aurora Quattrocchi.

L'OMBRA DI CARAVAGGIO di Michele Placido racconta il genio del Rinascimento, interpretato da Riccardo Scamarcio, con una lettura del tutto moderna. Chi era mai il pittore delle ombre? Per Placido un artista maledetto molto simile alle attuali rockstar, un uomo comunque alle prese con le sue donne, i suoi demoni e soprattutto il suo genio difficile da gestire. Nel cast, Louis Garrel, Isabelle Huppert, Lolita Chammah e Micaela Ramazzotti.

IL PRIMO GIORNO DELLA MIA VITA di Paolo Genovese, tratto dal suo romanzo omonimo e con Toni Servillo, Valerio Mastandrea, Margherita Buy, Sara Serraiocco e Giorgio Tirabassi, racconta della capacità di ripartire quando tutto sembra crollare. Di scena le storie di Emily, ex ginnasta olimpica; Aretha, poliziotta dal carattere forte e dal passato tormentato; Napoleon, professionista newyorkese di successo e Daniel, piccolo divo della pubblicità. I quattro incontrano un personaggio misterioso che regala loro sette giorni per scoprire come sarebbe il mondo senza di loro. FIND ME di Luca Guadagnino è invece il sequel di Chiamami col tuo nome (Oscar per la miglior sceneggiatura). Protagonisti ancora Elio e Oliver, questa volta in viaggio negli Stati Uniti negli Anni Novanta. Nel cast, Timothée Chalamet, Armie Hammer, Michael Stuhlbarg, Amira Casar ed Esther Garrel.

In SICCITÀ di Paolo Virzì tutti i personaggi sono in cerca di redenzione in un mondo ormai allo sbando e senza regole (un pò come oggi). Ci troviamo in una Roma dove non piove da tre anni, cosa che stravolge regole e abitudini. Nella città che muore di sete e divieti si muove un coro di personaggi, giovani e vecchi, emarginati e di successo, vittime e approfittatori. Nel cast Monica Bellucci, Emanuela Fanelli, Elena Lietti, Vinicio Marchioni, Valerio Mastandrea.

Poco o nulla si sa invece de IL SOL DELL’AVVENIR il nuovo film di Nanni Moretti, se non che il regista ha finito la prima stesura della sceneggiatura insieme a Valia Santella, Federica Pontremoli e Francesca Marciano. Infine, con CI SARÀ UNA VOLTA, Alice Rohrwacher debutta alla regia di una serie scritta dalla stessa regista insieme a Marco Pettenello. Il racconto segue le avventure di una famiglia di cantastorie che viaggiano per l’Italia alla fine degli anni 50. E questo nelle piazze, nelle masserie, ai bordi delle città in crescita e per le strade di un Paese ancora agli albori del boom economico. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: