Notizie Locali


SEZIONI
°

Sport

Canoa: Samuele Burgo guida la pattuglia di campioni siciliani in gara da domani ai tricolori di Milano

Di Redazione |

La Sicilia della canoa ha già staccato un “pass” per le Olimpiadi di Tokyo con il siracusano Samuele Burgo che in Giappone prenderà parte al K2 1000 in coppia con il veneto Luca Beccaro. E da domani a sabato all’Idroscalo di Milano sarà proprio il campione siciliano a guidare il plotoncino di campioni siciliani in gara nelle selezioni nazionali di velocità e nei tricolori sui 5.000 metri.

«Veniamo da lunghe settimane di allenamenti nelle acque del fiume San Leonardo in Sicilia – ci dice Samuele Burgo – sotto la guida del ct azzurro Oreste Perri e del nostro tecnico delle Fiamme Gialle, il megarese Antonio Scaduto. Sto bene e sarà adesso importante questa verifica agonistica visto che noi siamo già qualificati per i primi appuntamenti internazionali che assegneranno gli ultimi posti per Tokyo».

Da domani Samuele Burgo in gara per il Gs Fiamme Gialle diretto dal generale Enzo Parrinello, sarà in acqua nel K1 1000 e K1 500 dove in gara ci sarà anche il palermitano Andrea Schera, altro atleta del Gs Fiamme Gialle. «Poi sabato – continua Samuele Burgo – mi cimenterò anche nel tricolore nel K2 5.000 con Luca Beccaro, mentre Andrea Schera farà il K4 con le Fiamme Gialle».

C’è attesa anche per Irene Burgo, la sorella di Samuele che all’Idroscalo sarà impegnata in un vero tour de force, nella corsa verso la conquista di un “pass” per i Giochi di Tokyo e per Cristina Petracca (Marina Militare), la formidabile canoista di Augusta, tra le migliori specialiste della velocità azzurra. «Ho in programma – spiega Irene Burgo in gara per il Gs Fiamme Oro – giovedì il K1 200, venerdì il K1 500 e sabato il k1 5.000».

Insegue il “pass” olimpico anche il palermitano Andrea Di Liberto, tra i migliori azzurri nel K1 200. «A Milano – spiega Andrea Di Liberto della Canottieri Trinacria – gareggerò da giovedì a sabato nel K1 200, K1 500 e nel K2 5.000 con mio fratello Alessandro».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA