Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio Catania, il destino appeso a un filo: manca una quota per salvare il salvabile

In mattinata il socio di maggioranza Gaetano Nicolosi può versare la rata che può permettere al club di proseguire la stagione

Di Giovanni Finocchiaro

Sono ore decisive per definire il futuro del Calcio Catania che entro il 2 gennaio deve versare una cifra di oltre 600 mila euro per proseguire la stagione e avere una proroga sull'esercizio provvisorio stabilito dal Tribunale.

Pubblicità

In mattinata il socio di maggioranza del club, Gaetano Nicolosi, dovrebbe decidere se versare in quota parte la sua somma (che si aggira sui 300 mila euro) o se lasciare il Catania al proprio destino, cioè quello di non riprendere neanche la stagione agonistica.

Nelle scorse ore alcuni soci della Sigi hanno effettuato i primi versamenti, altri hanno intenzione di chiedere al Tribunale di dilazionare in due mesi questa somma. Il tutto senza una comunicazione ufficiale. In città continuano gli appelli dei tifosi. Ieri è toccato alla Curva Sud che ha scritto una lettera dai toni garbati ma toccanti. Una parte nutrita della stampa cittadina sta dando vita a una serie di trasmissioni tv e on line per sensibilizzare la Sigi e per tenere un fronte unito in un momento di difficoltà per tutti.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: