Notizie locali
Pubblicità

Sport

Giroud, Inter mi voleva ma poi non c'erano più soldi

'Era destino che io fossi rossonero e non nerazzurro'

Di Redazione

MILANO, 07 LUG - "L'Inter era molto interessata a me, ma ad un certo punto mi hanno detto che non c'erano più soldi per me": lo svela l'attaccante del Milan Olivier Giroud, alla presentazione del suo libro autobiografico 'Crederci, sempre'. "Era destino che fossi rossonero e non nerazzurro", continua Giroud che ha segnato gol decisivi per la conquista del titolo rossonero. Tanto da riuscire a spezzare anche la 'maledizione della maglia numero 9' che non era mai riuscita a trovare un degno erede dopo Inzaghi. "Non c'è tabù. Io sono cristiano - racconta il francese -, non sono superstizioso. Non è un numero che mi fa fare gol. Lo volevo al Milan, è un bel regalo essere come Pippo Inzaghi il numero 9 del Milan".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA