Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Messina punge le Vespe: una punizione di Damian abbatte la Juve Stabia

Vantaggio peloritano con Simonetti, i campani rimontano ma gli uomini di Sullo hanno la forza di pareggiare a fine primo tempo con Adorante e vincere nel finale con la pennellata su punizione di Damian

Di Manuel Pernice

Castellamare di Stabia - Buona la prima. Il Messina cala il tris, punge le "vespe" e si qualifica al turno successivo. Prestazione convincente dei peloritani che vanno subito in vantaggio con Simonetti. La Juve Stabia ribalta il parziale con l'autogol di Fantoni e la staffilata di Panico. Riacciuffa il pareggio Adorante con un bel colpo di testa. E nella ripresa a siglare il gol vittoria é Damian, con una punizione da manuale. Il prossimo avversario dei peloritani sarà il Foggia di Zeman.

Pubblicità

 

 

Il Messina parte forte. Al 2' Balde serve un "cioccolatino" per Adorante, controllo difettoso dell'attaccante che spreca. Tre minuti dopo i peloritani la sbloccano. Balde semina il panico sulla sinistra, cross morbido per Simonetti che di testa insacca. Il Messina non si accontenta e continua a spingere. Al 14' il solito Balde scappa via, palla dentro ma nessuno é pronto per spingere in rete. Dieci minuti dopo, al primo vero affondo, la Juve Stabia acciuffa il pari. Della Pietra conclude due volte trovando un prodigioso Lewandowski. Ma dopo la seconda parata, Fantoni in modo goffo firma l'autogol di testa. Al 37' i campani mettono la freccia.

 

 

E' Panico che appena in area tira una "sassata" che s'insacca. Il Messina non si scompone e al tramonto della prima frazione pareggia. Cross dalla destra, Adorante sale in cielo e di testa trafigge il portiere.  Nella ripresa la prima occasione é di marca locale. Al 65' Schiavi si incunea in area, ma é bravo il portiere in uscita ad anticiparlo. Al 76' le "vespe" provano a pungere. Calcio di punizione di Bentivegna, ma Lewandowski é attento e respinge. E il Messina? I peloritani difendono con ordine, senza correre grossi rischi. E al 80' i biancoscudati trovano il jolly. Pennellata su punizione di Damian, il pallone s'insacca sotto il sette. Nei minuti finali il Messina gestisce il match. E al triplice fischio ecco i primi sorrisi "ufficiali" dei peloritani.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA