Notizie locali
Pubblicità

Sport

Max Verstappen vince la prima storica gara Sprint a Silverston: parte in Pole davanti Hamilton

Quarta la Ferrari di Leclerc

Di Redazione

 Tre punti e la pole position del Gran Premio d’Inghilterra. A Silverstone davanti al pubblico 'nemicò Max Verstappen batte il rivale per il Mondiale Lewis Hamilton facendo sua la prima Sprint Race della storia della Formula 1 grazie ad una partenza bruciante nel vero senso della parola: dalle immagini tv fa impressione vedere la gomma anteriore sinistra della Red Bull dell’olandese avvolta dal fuoco per il surriscaldamento dei freni a pochi istanti dal semaforo verde. In prima fila anche la Mercedes del campione del mondo che superato al via non è mai riuscito ad attaccare il leader della classifica piloti. Poi il solito Valtteri Bottas che senza tanti squilli partirà terzo con già un punto in tasca. Bene la Ferrari di Charles Leclerc che mantiene con apparente tranquillità la quarta posizione conquistata veneredì, mentre da dimenticare la mini-gara (17 giri per 100 km) di Carlos Sainz che toccato al via dalla Williams di George Russell vai in fondo al gruppo e riesce a risalire fino alla undicesima posizione. A far impressione, oltre alla super partenza della Alpine di Fernando Alonso che guadagna ben sei posizioni al via (da 11/o a 6/o) al termine della gara Sprint è il broncio di Hamilton battuto da un Verstappen sontuoso: «Qui è difficile superare ma siamo partiti bene. Bella lotta con Lewis nel primo giro, poi abbiamo cercato di fare il nostro passo. Ci siamo spinti al limite a vicenda, alla fine le gomme erano finite. Sono contento di prendermi questi tre punti - ammette l’olandese della Red Bull - E’ stato strano, fare la pole in questo modo è strano. Ma ce la prendiamo. Sicuramente sarà una gara emozionante domani. Si parte con meno carburante, abbiamo potuto spingere forte. Ma sulle gomme è dura. Però è uguale per tutti, dobbiamo saper gestire anche questo. Non possiamo toccare le macchine, ma siamo veloci. Dovremo esserlo anche domani. La velocità in rettilineo sarà un problema, ma gestiremo anche questo. Penso comunque che potrò fare una gran gara. Ringrazio i fan. So che tifano per i piloti inglesi, ma è stato bellissimo sentirli esultare. Spero di poter fare una bella battaglia con Lewis». Un Hamilton che nonostante l’amaro in bocca per aver deluso in parte i tifosi di casa non si dà per vinto: «Ho dato tutto. Voglio ricambiare l'affetto dei fan. Non riesco neanche a descrivere l’energia che mi danno con il loro sostegno. Mi dispiace di non essere riuscito a regalare loro una vittoria in questa gara sprint. Ma domani torneremo a lottare. Io avevo centrato l’obiettivo della partenza, ma evidentemente qualcosa non è andato come doveva. Vedremo domani - dice il campione del mondo della Mercedes - Perso solo un punto? Ogni punto conta. Non mi consola questo. Ma domani potremo lottare. Loro però sono molto forti. Lui in gara riusciva a staccarmi. Dovremo inventarci qualcosa domani». Da parte sua la Ferrari sorride solo con Leclerc che pensa ad un possibile podio: «Non è andata male, il passo c'era, era molto buono e bisogna concretizzare domani in gara. Anche lo scorso anno eravamo forti qui, dobbiamo continuare così e il passo è stato migliore di altre gare qui, era vicino ai leader. Domani ci saranno tanti altri aspetti. Se facciamo una buona partenza domani tutto è possibile anche il podio, sorpassarli è complesso, troppo ottimista». 

Pubblicità

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA