Notizie locali
Pubblicità

Sport

Messina, un punto a Taranto che dà morale

Pareggio meritato dei peloritani nel "fortino" dei pugliesi. Ma che non evita l'aggancio della Vibonese all'ultimo posto in classifica

Di Manuel Pernice

Un pareggio che fa morale. Il Messina interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive, portando a casa un punto ottenuto su un campo difficile. I peloritani giocano una partita ordinata e nel finale provano  anche a vincerla. Alla fine arriva un pareggio che non risolve la difficile situazione. Messina ora ultimo insieme alla Vibonese.

Pubblicità

 

 

Primo tempo a ritmi blandi. Messina ordinato che tiene bene il campo. Il Taranto non riesce a trovare le misure. Il giro palla dei pugliesi fa il solletico ai peloritani. Il Messina va a fiammate. E a provare ad "accendere" il fuoco è Catania. Al 24' l'esterno peloritano si incunea in area ma non inquadra lo specchio. L'occasione più ghiotta di una prima frazione sonnecchiante è del Taranto. Al 31' Giovinco spara alle stelle da ottima posizione.

Nella ripresa non cambia il copione del match. I padroni di casa provano ad aumentare il ritmo. Il Messina non si scompone e difende con ordine. Il tecnico peloritano inserisce forze fresche. Entra Russo per Balde. I peloritani si limitano a difendere ma non riescono a ripartire. Al 68' c'è la prima occasione della ripresa. Giovinco prova a beffare il Messina direttamente da angolo. Lewandowski sventa il pericolo. Due minuti dopo i padroni di casa sfiorano il gol. Il solito Giovinco prova a "spaccare" la porta dalla distanza. Lewandowski in tuffo salva il risultato. Al 73' il Messina prova a pungere: Catania conclude su punizione, Chiorra blocca senza affanni. Tre minuti dopo l'esterno peloritano semina il panico tra la difesa avversaria ma viene chiuso sul più bello. Nel finale il Messina prova anche a vincerla. Fofana si incunea in area ma non inquadra incredibilmente la porta. I peloritani chiudono la partita in avanti. E alla fine portano a casa un punto che fa morale.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA