Notizie locali
Pubblicità

Sport

Moro l'erede del Papu Gomez: tutti pazzi per il baby bomber del Catania

Dieci gol e capocannoniere del girone meridionale della C. Pure alcuni club esteri lo hanno messo sotto osservazione. Il club spera di trattenerlo fino a fine stagione

Di Giovanni Finocchiaro

Dieci gol in dieci gare, il titolo di capocannoniere della C meridionale, gli osservatori di club importanti, anche arrivati dall'estero, che prendono appunti. Luca Moro resta il millenial del momento. E il fatto che giochi in C non è una diminutio, piuttosto un particolare che accresce il valore di quel che sta facendo questo ragazzo. 

Pubblicità

Il Padova l'ha dato in prestito, adesso qualcuno preme per averlo subito, ma se il Catania dovesse appianare il caso legato alla messa in mora dei calciatori, Moro rimarrebbe fino a fine stagione. Con buona pace di Monza e club stranieri che hanno già riempito i taccuini con caratteristiche e modo di giocare e segnare.

Emerge un particolare che lega due generazioni di ragazzi transitati dal Catania. Moro, proprietà patavina, quando ha accettato il trasferimento in Sicilia, ha avuto anche consigli e indicazioni da un ex rossazzurro. Ricordate Fabio Gatti? Il numero 44 che in B nel 2002 giocò 25 gare in B, arrivato in prestito dal Perugia, era compagno di squadra di Sean Sogliano, oggi proprio ds del Padova.

Gatti collabora con Sogliano da anni: «Proprio Gatti – rileva Luca Moro – mi ha parlato, una volta di più, della città, della storia della squadra, dell'ambiente. Ero già determinato a tentare l'esperienza in Sicilia per la tradizione consolidata che ha il club rossazzurro. Ma Gatti mi ha spinto ulteriormente. Mi ha parlato di pressione della città, in senso positivo, e della possibilità di vivere il calcio vero, quello che i ragazzi devono assorbire, per crescere professionalmente». 

Gatti in quel periodo entrò in Nazionale Under 21 vincendo la medaglia di bronzo agli Europei in Svizzera. Moro potrebbe essere già pronto per una prova di ingresso nell'Under 20. A distanza di anni riecco una storia lieta da raccontare in un periodo in cui le cose non vanno benissimo da queste parti.

Moro è stato protagonista dei cinque risultati utili di fila, con i suoi gol. Segna da sei gare di fila, nelle ultime cinque ha contribuito ai risultati utili consecutivi della squadra, a Monterosi ha firmato la sua terza doppietta in campionato dopo quella con la Turris (ko per 4-3), con lo Stabia e col il club viterbese, tramortito dalle giocate di Moro e del suo compagno di stanza Russini.

Non è difficile immaginare un suo impiego nelle nazionali giovanili. Catania porta bene ai talenti veri: da Gomez in poi, tanti hanno beneficiato della pressione e dell'esaltazione che regala una piazza che non ha eguali. Ma questo, Moro lo sapeva già, ancor prima di firmare.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: