Notizie locali
Pubblicità

Sport

Southgate ci crede: «Siamo qui per vincere, ai tifosi chiedo di non fischiare l'inno italiano»

Il Ct inglese ha parlato alla vigilia di Italia Inghilterra. Unico dubbio Foden che ha un problema al ginocchio

Di Redazione

«Siamo molto entusiasti di questa sfida, una bellissima serata da vivere, giocheremo contro un avversario di grande valore e di grande spessore dal punto di vista tattico. L’Italia è un’ottima squadra, ha fatto un ottimo torneo, abbiamo iniziato questa manifestazione con l’obiettivo di vincerlo e abbiamo la possibilità di farlo domani sera. Possiamo scrivere la storia, siamo orgogliosi di rappresentare i nostri tifosi e speriamo di renderli ancora una volta fieri di noi».

Pubblicità

Gareth Southgate, ct inglese alla vigilia della finale di 'Euro 2020' che domani vedrà di fronte la sua squadra davanti all’Italia di Roberto Mancini, ha raccontato tutta l’emozione di un popolo che attende un successo in campo internazionale con la propria nazionale da 55 anni. «E' stato fantastico per tutta la squadra poter ricevere una lettera da parte della Regina ed anche da parte del primo ministro - ha aggiunto Southgate in conferenza stampa - Questo è il riconoscimento del fatto che tutto lo staff ed i giocatori hanno fatto benissimo. Tutti gli abitanti dei paesi intorno al St.James Park si sono ritrovati per accoglierci quando siamo partiti, quindi abbiamo capito cosa succede al di fuori della bolla nella quale abbiamo vissuto ultimamente».

«Tornando alla partita di domani sera, si tratta di una finale e siamo qui per vincerla, quindi è importante il modo in cui abbiamo rappresentato il popolo, siamo contenti di lasciare questo in eredità, però adesso vogliamo tornare a casa con la coppa in mano».

A guidare ancora una volta l’attacco inglese contro l'Italia sarà il centravanti del Tottenham, Harry Kane. «Siamo determinati e carichi, abbiamo abbattuto in questo torneo barriere che c'erano da tanto tempo nel nostro movimento, abbiamo una mentalità vincente e domani sera vogliamo dimostrarlo. La sfida a Chiellini e Bonucci? Sono due difensori eccezionali, sono molto esperti ed hanno giocato questo tipo di partite tante volte nella loro carriera. Da attaccante voglio giocare contro i giocatori più forti del mondo, e loro ne fanno parte, ma la partita non si riassume solo nella battaglia fra me e la loro coppia centrale. Sarà Inghilterra contro ltalia, c'è tanta fiducia nei nostri mezzi, abbiamo tanti giocatori di qualità, tanto può succedere in una finale e speriamo di vincere».

Southgate, che ha anticipato come una possibile convocazione di Foden per la gara di domani verrà valutata solo in serata, dopo un punto con lo staff medico visto che l’attaccante del Manchester City non ha partecipato per un infortunio alla seduta di rifinitura odierna, ha invitato i tifosi inglesi a non fischiare l'inno italiano. «E' importante che i nostri tifosi rispettino sempre gli avversari - ha concluso Southgate - Sappiamo che quando noi giochiamo all’estero e ci sono dei fischi da parte della tifoseria di casa siamo ancora più motivati, quindi possiamo intimorire un pò gli avversari fischiando durante la parita, ma ovviamente l’inno nazionale è tutta un’altra cosa e bisogna essere rispettosi».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA