Notizie locali

Archivio

CnhI: caso Iveco approda in consiglio regionale Lombardia

Di Redazione

Milano, 27 gen. (Adnkronos) - Il caso Iveco di Brescia arriva al consiglio regionale della Lombardia, con un'audizione in Commissione “Attività produttive” richiesta dal Consigliere regionale bresciano del Carroccio Francesco Ghiroldi, che è intervenuto nel merito. L'obiettivo è sentire sindacati e maestranze della società, "un marchio storico italiano, che come tale dovrebbe essere tutelato dal nostro Governo. Invece oggi rischia di essere acquisita dai cinesi del Gruppo “Faw – First Automobile Works” di Changchun, principale produttore cinese di automobili". A preoccupare il consigliere è il futuro lavorativo "degli oltre 4mila dipendenti dei poli produttivi di Brescia e Suzzara. La conservazione dei livelli di impiego territoriali è una priorità imprescindibile".

Pubblicità

Secondo il leghista, "non è tollerabile che Iveco passi in mani straniere e rimangano sul territorio oltre 1500 famiglie senza garanzie lavorative. Un anno fa dalla Cina è arrivata la terribile piaga del Covid19, che oltre ad aver distrutto migliaia di vite, ha drammaticamente messo in ginocchio la nostra economia. Oggi la Cina è l'unico Paese che riporta un'economia nuovamente in crescita. Sarebbe assurdo pensare che dopo aver devastato il nostro tessuto produttivo, arrivassero a comprare le nostre aziende a prezzi di saldo e ci lasciassero con ulteriori disoccupati. I nostri marchi nazionali vanno difesi e così i nostri lavoratori, non possiamo permetterci di essere vittime di dumping cinese".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: