Notizie Locali


SEZIONI
Catania 9°

Video dalla rete

Lupus, la showgirl Kim Kardashian annuncia di essere positiva: in Italia la malattia colpisce più di 60 mila persone

Di Redazione |

Brutta notizia per la showgirl Kim Kardashian. La It Girl è risultata positiva all’artrite reumatoide e al lupus, una grave e rara malattia di natura autoimmune, che colpisce organi e tessuti del corpo. A dare la notizia ai suoi numerosissimi fan non è stata lei, ma la prima puntata della diciassettesima stagione di “Al passo con i Kardashian”, il reality statunitense che si concentra sulla vita personale della celebre famiglia.

Sono cinque milioni, secondo le stime diffuse sul proprio sito dalla Lupus Foundation of America, le persone al mondo colpite da una forma di lupus. Il 90 per cento sono donne. In Italia più di 60mila. La malattia, la cui forma più comune è il lupus eritematoso sistemico, è cronica, di tipo autoimmune. Il sistema immunitario perde la sua abilità di differenziare agenti esterni da cellule e tessuti appartenenti all’organismo, quindi reagisce aggredendo l’organismo stesso. Il lupus causa disturbi in varie parti del corpo, specialmente la pelle, le articolazioni, i reni, il sangue e ogni tipo di tessuto connettivo, oltre che il cervello. Proprio i reni sono stati particolarmente colpiti nel caso della popstar Selena Gomez, che ha dovuto ricorrere al trapiantocon un organo donato dalla sua migliore amica,l’attrice Francia Raisa Almendarez.

Come spiega il Johns Hopkins Lupus Center, il 50% delle persone che hanno questa patologia sperimenta un coinvolgimento dei reni. La parte più colpita sono i glomeruli, le componenti del rene dove si effettua la filtrazione del sangue. Si può arrivare al trapianto d’organo perchè la glomerulonefrite (questo il nome della malattia in cui sono colpiti i glomeruli) si cronicizza, determinando alterazioni anche dei vasi sanguigni che portano insufficienza renale e quindi richiedono la dialisi o appunto il trapianto.

Il lupus può essere responsabile di dolori articolari, facile affaticabilità, febbri, manifestazioni cutanee, perdita di capelli, anemia, aborti spontanei, tendiniti, pleuriti, pericarditi, disturbi neurologici o psichiatrici. L’andamento è diverso da paziente a paziente, con “inspiegabili” remissioni o riacutizzazioni. Anche per questo va seguito nei periodi di remissione. I farmaci (cortisone e immunosoppressori) non servono a guarire dalla patologia, ma consentono di controllarne o bloccarne il decorso. 

La ricerca su questa patologia è molto attiva. Per informazioni www.lupus-italy.orgCOPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA