Notizie locali

Catania

Catania, nel giardino di casa a Picanello aveva messo su una piantagione di canapa indiana

Di Redazione
Pubblicità

Al termine di una proficua attività investigativa nel quartiere Picanello, in via Faraci, zona già teatro di numerosi arresti per droga, i carabinieri della Squadra Lupi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, hanno arrestato nella flagranza il pluripregiudicato catanese Rosario Piacente, di 42 anni.

L’uomo è ritenuto responsabile di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti. I militari che si erano appostati, hanno atteso con pazienza il momento favorevole per intervenire, cogliendo l’occasione propizia nel preciso istante in cui l’uomo si accingeva ad uscire dalla propria abitazione.

Nella immediata perquisizione domiciliare i CC hanno rinvenuto e sequestrato nel cortile dell’immobile: una piantagione di canapa indiana composta da 50 piante, dell’altezza compresa tra 50 e 160 cm, posta all’interno di una struttura costituita da un telaio in legno e le pareti in nylon, dotata di un impianto di irrigazione, due ventilatori collegati ad un timer di accensione ed un igrometro digitale perfettamente funzionante.

All’esterno del vivaio, in un capanno utilizzato per il deposito degli attrezzi, era presente tutto l’occorrente per la coltivazione e per il successivo confezionamento in dosi dello stupefacente ricavato tra le quali: diverse buste di terriccio, arnesi vari, prodotti concimanti e fertilizzanti ed addirittura uno stereo di piccole dimensioni per riprodurre musica utile a stimolare la crescita delle piante, nonché buste di varie dimensioni, nastro da imballaggio, forbici e una macchina per sottovuoto. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato tradotto nel carcere di piazza Lanza a Catania. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità