Notizie locali
Pubblicità

Video

Fermati prima della rapina in banca, il blitz dei Cc a Pescara

Di Redazione
Pubblicità

I Carabinieri della Compagnia di Penne nel Pescarese, hanno arrestato tre persone, tutte con precedenti di polizia, per tentata rapina aggravata in concorso. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica  di Pescara, hanno di fatto bloccato i tre poco prima di fare il colpo.

La rapina si sarebbe dovuta compiere alle poste di Turrivalignani, un piccolo paese del pescarese, necessariamente di sabato approfittando della chiusura del Municipio che nello stesso stabile ospita, per l’appunto, l’ufficio postale. Era stata programmata tenendo anche conto delle condizioni meteo: durante una giornata di pioggia, i controlli dei Carabinieri sarebbero stati blandi e meno presenti. Invece i Carabinieri avevano studiato ogni mossa dei malviventi e, sotto la pioggia, li hanno arrestati prima che la rapina potesse essere perpetrata. Sarebbero entrati in scena in orario di apertura approfittando della tranquillità del piccolo borgo e costringendo l’impiegata ad aprire l’ufficio sotto la minaccia di una pistola, rinvenuta all’interno del veicolo e risultata scenica, priva del tappo rosso e perfettamente uguale a quella utilizzata dalle forze di Polizia.  Il colpo, oltretutto, era stato pianificato da tempo: solo per altri motivi, di carattere personale, non si era realizzato e nei disegni delittuosi della banda aveva assoluta priorità, sia per la precaria situazione economica dei malviventi che per la presunta “facilità” rispetto ad altri eventi criminali pensati e progettati verso vari obiettivi della provincia di Pescara e di Teramo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità