home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, l'Akragas smantella, ceduti Salandria e Marino

Dopo il passo indietro di Giavarini il futuro del club appeso a un filo: ma la salvezza potrebbe arrivare da un gruppo imprenditoriale catanese

LegaPro, l'Akragas smantella, ceduti Salandria e Marino

Daniele Marino

L’Akragas smantella e il suo futuro, e non solo per quanto riguarda la Lega Pro, è appeso a un filo. Marcello Giavarini, il ricco imprenditore di origini licatesi con interessi in Bulgaria è passato, in meno di due anni, dal “tra tre anni saremo in serie B” al “lascio la società a chi se la vuole prendere”.

Difficile capire il perché di un cambio di direzione a 180 gradi e difficile credere che la ragione sia legata ai cori “chi non salta è licatese” che all’Esseneto, dove c’è una tifoseria da tempo immemore divisa da una rivalità storica da quella licatese, non mancano mai. Per mollare pare un po’ poco. Tanto più che il Comune ha pure dato in gestione alla società lo stadio Esseneto, così come era stato richiesto. Intanto dopo la cessione di Ciccio Salandria al Matera è arrivata anche la cessione di Daniele Marino, il capitano, al Fondi. Salandria e Marino sono (erano) titolari di una squadra che comunque pur giocando un pessimo calcio, pur essendo imbottita di giovani e pur collezionando risultati altalenanti, se il campionato fosse già finito sarebbe salva. Ma, purtroppo, il campionato non è affatto finito.

Secondo Peppino Tirri, amministratore delegato e braccio destro di Giavarini, le cessione a questo punto dovrebbero essere finite in attesa di capire chi c’è dietro i possibili acquirenti dell’Akragas (ma si parla di un gruppo imprenditoriale del Catanese già in passato impegnato nel mondo del calcio). L’obiettivo è chiudere la trattativa al più presto per agire nel mercato invernale dove l’Akragas, persi anche Marino e Salandria, ha bisogno di almeno 4 o 5 pedine per inseguire la salvezza. Ma il fatto certo è che a condurre le trattative ci sono l'assessore comunale Giovanni Amico e alcuni dei vecchi soci che hanno a suo tempo ceduto le quote proprio a Giavarini. 

Alla ripresa del campionato l’Akragas è impegnata al Granillo contro la Reggina, diretta concorrente nella lotta per non retrocedere. E mancheranno anche il portiere Pane e il metronomo del centrocampo Pezzella, tutti e due squalificati. Con chi farà la formazione Lello Di Napoli è ancora un mistero tenuto conto che pure Gomez, Zanini e Longo sono al centro di diverse voci di mercato. Tutte voci in uscita e nemmeno una in entrata. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa