Notizie Locali


SEZIONI
°

Adnkronos

‘Lo scrigno di Jaja’, cofanetto di speranza dall’Ass. Jole Santelli ai pazienti oncologici in Calabria

Di Redazione |

Cosenza, 29 mar Un “cofanetto ricco di speranza” donato alle strutture ospedaliere di Paola, Castrovillari, Corigliano-Rossano e Cosenza per “contribuire, in piccola parte, a migliorare la vita quotidiana dei pazienti oncologici”. E’ l’ultima iniziativa dell’Associazione ‘Jole Santelli’, che domani (30 marzo) distribuisce ‘Lo scrigno di Jaja’ a circa 2000 pazienti oncologici in un progetto pilota che coinvolge diverse strutture in provincia di Cosenza.

“Non esiste un piano alimentare buono per ogni paziente oncologico, ma è certo che un grande aiuto può derivare da piccoli accorgimenti nutrizionali. ‘Lo scrigno di Jaja’ contiene prodotti alimentari speciali, autentiche eccellenze agroalimentari calabresi, icone e testimonial della nostra regione. Una terra bellissima tanto amata dalla nostra Jole”, spiega l’associazione ‘Jole Santelli’ presentando l’iniziativa.

Il cofanetto contiene: una bottiglia di 100ml di olio di oliva, studi epidemiologici hanno dimostrato che il consumo regolare è inversamente correlato ai vari tipi di tumore anche se, nella maggior parte dei casi, non sono ancora chiari i meccanismi della sua azione preventiva e di protezione nelle recidive; una ‘premuta’ di bergamotto e miele, bevanda energizzante, utilizzata da atleti e sportivi per le sue caratteristiche organolettiche. E’ ricca di flavonoidi.

un barattolo di miele, alimento curativo superlativo se di ottima qualità. Alcuni studi pubblicati su riviste scientifiche ne hanno esaminato l’impatto contro lo sviluppo e la progressione dei tumori; una confezione di cipolla di Tropea essiccata, ha molteplici proprietà benefiche. E’ ricca di flavonoidi, ricca di potassio, magnesio, ferro e vitamina A, favorisce la diminuzione del colesterolo e dei trigliceridi; sapone al cedro, l’aromaterapia è efficace per il trattamento dell’ansia, della depressione e per il miglioramento dei disturbi collegati alla qualità della vita.

Un opuscolo informativo, realizzato da un biologo nutrizionista, contiene indicazioni e consigli sull’alimentazione dei pazienti oncologici; un’agendina, è un piccolo diario su cui appuntare le proprie emozioni e stati d’animo. Mettere su carta i momenti positivi, le difficoltà e i traguardi raggiunti aiuta a gestire un percorso che non deve essere solo orientato alle cure ma anche di forza interiore.

Infine, l’Associazione ‘Jole Santelli’ ha collegato all’iniziativa l’istituzione di una borsa di studio con il Dipartimento di Biologia dell’Unical sulla nutrizione oncologica.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: