Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Donda di Kanye West è l'uscita più attesa dell'anno non solo per i fan ma anche per i truffatori

Di Redazione

Visto il grande interesse che circonda l'album ormai prossimo all'uscita, Kaspersky ha deciso di indagare sulle attività dei criminali informatici a riguardo. Alcuni hanno infatti approfittato della situazione per diffondere file dannosi, phishing e altre minacce camuffate da Donda. Anche se gli esperti non hanno rilevato un grande interesse da parte dei truffatori, durante il periodo compreso tra luglio e agosto 2021 sono riusciti a scoprire diversi esempi di programmi pericolosi e link fraudolenti mascherati dal nuovo album di Kanye West.

Pubblicità

In particolare, Kaspersky ha trovato due file adware camuffati da file multimediali contenenti i nuovi brani musicali:

• Download-File-KanyeWestDONDA320.zip_88481.msi

• Kanye West _ DONDA (Explicit) (2021) Mp3 320kbps [PMEDIA] __ - Downloader.exe

Sono state rilevate anche altre tipologie di truffe. Ad esempio, un tipo di frode prevede che l'utente riceva un link per scaricare il finto album, per poi essere invitato a partecipare ad un sondaggio e confermare di non essere un robot. Il sondaggio in questione pone una serie di domande, come: "quanto guadagni?" e "vuoi diventare ricco?". Una volta completato il sondaggio, l'utente viene reindirizzato ad un sito Web fraudolento che offre di guadagnare tramite i bitcoin. Naturalmente il link di download dell'album non appare mai, e se gli utenti inseriscono i propri dati personali sul sito che promette di diventare milionari con i bitcoin, potrebbero perdere i loro soldi senza mai avere accesso all'album.

Un altro esempio di truffa popolare sono i falsi link di download dell'album, che in realtà contengono solamente malware. Una volta scaricato il file e decompressa la cartella, il dispositivo verrà infettato.

Per evitare truffe di questo genere, Kaspersky suggerisce di:

• Scaricare o accedere ai contenuti solo tramite le piattaforme ufficiali, come Apple App Store, Google Play, Spotify, Apple Music, ecc. Le app e i file contenuti su questi store non sono sicuri al 100%, ma vengono comunque sottoposti a controlli e sistemi di filtraggio.

• Controllare che gli indirizzi mail e i siti web siano autentici. I criminali informatici sono esperti nel farli sembrare tali, anche quando non lo sono. Anche in questo caso è bene cercare eventuali errori di ortografia o controllare che i link non rimandino ad un sito diverso.

• Non aprire file di origine sconosciuta inviati da amici o parenti, poiché possono essere ransomware o spyware. Controllare sempre anche gli allegati di email dall'aspetto ufficiale.

Informazioni su Kaspersky

Seguici su:

Contatto di redazione:

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: