Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Omofobia: Non si tocca la famiglia, 'in tempo di pandemia emergenza è povertà educativa'

Di Redazione

Roma, 26 ott. L'Associazione Non si Tocca la Famiglia sarà presente il 27 ottobre nei pressi del Senato, "per dare un chiaro segnale di presenza, nella giornata in cui si riaprirà la discussione in Aula al Senato sul Ddl Zan. Saremo presenti con i genitori per dare un chiaro segnale che ci siamo, seguiamo i lavori, continuiamo a puntualizzare gli aspetti controversi di questa legge bavaglio, dai tratti antidemocratici e anticostituzionali", dichiara Giusy D'amico presidente dell'Associazione.

Pubblicità

"Consegneremo una lettera ai Senatori disponibili a prenderne visione, elaborata da docenti, famiglie, educatori e dirigenti scolastici, nella quale si rileva come soprattutto gli articoli 1,4,7 del disegno di legge Zan siano da sopprimere, visto che in Italia la vera emergenza sociale è lo stato gravissimo di povertà educativa in cui versa tutto il sistema pubblico di istruzione. La pandemia - prosegue - ha segnato pesantemente la popolazione scolastica, isolando tutti gli studenti, piccoli e grandi, che a fronte di relazioni interrotte e spesso ancora in un clima di sospetto, hanno dinanzi un orizzonte spento, che necessita essere nutrito di speranza, non di sanzioni, visto e considerato che la legge già punisce gli episodi di violenza".

"Continueremo a manifestare dissenso per un disegno di legge illiberale, teso a violare il patto di Corresponsabilità Educativa con le famiglie attraverso l'introduzione del gender nelle scuole, saremo una voce - conclude - che continuerà a gridare contro questa rottura, dell'alleanza scuola e famiglia".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: