Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Catania

Pallanuoto donne, Orizzonte Catania in finale di Coppa Italia

Di Fabio Russello |

Sono SIS Roma e L’Ekipe Orizzonte Catania le finaliste della settima edizione della Coppa Italia femminile, in svolgimento al Centro Federale di Ostia.

Nelle semifinali Roma ha superato 11-9 Cosenza, che aveva eliminato il Plebiscito Padova nel turno precedente e Catania ha battuto 7-4 il Bogliasco Bene confermando l’ottimo stato di forma e la striscia positiva che la vede capolista in campionato con 22 punti, 4 di vantaggio sulle campionesse d’Italia del Padova.

Roma e Catania si ritrovano avversarie a distanza di tre mesi. In questa stessa piscina il 12 novembre si erano affrontate nella finale della FIN Cup vinta da L’Ekipe 13-6. Appuntamento domenica 11 febbraio alle 16 in diretta su Rai Sport. Alle 14 Cosenza e Bogliasco Bene giocano la finalina per il terzo posto.

Roberta Bianconi è stata la miglior marcatrice del match con tre gol, mentre Capitan Arianna Garibotti, Rosaria Aiello, Claudia Marletta e Sabrina Van der Sloot sono andate a segno una volta a testa.

“Avevo detto alle mie ragazze – ha detto il coach delle catanesi Martina Miceli – che avrei voluto vincere 1-0 ogni tempo e mi hanno quasi preso in parola. Intendo dire che avevo chiesto loro di usare tutte le energie per difendere bene, senza preoccuparsi di quello che sarebbe accaduto in attacco. In realtà lo hanno fatto troppo, perché in attacco abbiamo sprecato davvero tanto. Mi rendo conto che probabilmente non siamo brillanti e che la condizione atletica non è assolutamente ottimale, soprattutto per quelle che sono state per tanto tempo in nazionale, però va bene cosi. Sapevamo che sarebbe accaduto e non siamo l’unica squadra ad aver avuto giocatrici con questo tipo di impegni. Secondo me, però, avremmo dovuto gestire meglio il risultato ed essere molto più ciniche in attacco. Abbiamo sprecato davvero tanto, con qualche tiro dal centroboa o qualche schema con cui abbiamo fatto ciò che non avremmo dovuto, portando male anche qualche contropiede di troppo. Il merito però va alle nostre avversarie, che storicamente hanno sempre difeso molto bene e lo hanno fatto anche oggi. Giocheremo una finale ancora contro la Sis Roma e sarà nuovamente un’emozione trovarci di fronte a Pierluigi Formiconi. Mi auguro che sia una partita bella, perché oggi non mi è piaciuto troppo lo spettacolo che abbiamo dato. Abbiamo fatto tanti schizzi e si è visto poco il gioco. Per chi ci vede come la squadra favorita e ci affronta è forse più facile giocare senza aver nulla da perdere. Però io mi aspetto grandi cose dalle mie giocatrici. Sono ormai tutte atlete adulte, con una notevole esperienza alle spalle, che hanno fatto tante finali come quella di domani. Devo ammettere poi che anche le nostre giocatrici più giovani, catanesi di nascita, hanno sudato e meritato di raggiungere questa finale. Quindi spero che la vivranno nel modo giusto, ma sono convinta che sarà così”.

IL TABELLINO

EKIPE ORIZZONTE-BOGLIASCO BENE 7-4 (2-1, 1-1, 3-1, 1-1)

Ekipe Orizzonte Catania: Johnson, Ioannou, Garibotti 1, Bianconi 3 (1 rig.) , R. Aiello 1, Grillo, Santapaola, Marletta 1, Van der Sloot 1, Morvillo, Riccioli, Lombardo, Schillaci. All. Miceli

Bogliasco Bene: Malara, Viacava 1, Zimmerman, Dufour, Trucco 1, G. Millo, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi 1, Cocchiere 1, Casey, Falconi. All. Sinatra

Arbitri: Frauenfelder e Alfi

Note: sup. num. Orizzonte 3/4, Bogliasco 1/5. Rigori: Orizzonte 1/1COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA