Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Migranti espulsi ma senza Green pass non possono lasciare l'Italia

In tredici sono ospitati in una tendopoli allestita dal Comune di Siracusa in via Augusto von Platen: non possono salire in nessun mezzo di trasporto

Di Redazione

Hanno tra le mani un provvedimento di espulsione dal territorio italiano, ma non possono adempiere all’ordine perchè, essendo sprovvisti di green pass, non possono utilizzare nessun mezzo di trasporto. Tredici migranti, gambiani e senegalesi, sono ospitati dal Comune di Siracusa in una tendopoli allestita per l’occasione in un’area in via Augusto von Platen, al centro di Siracusa. 

Pubblicità

Persone soccorse in mare che si ritrovano in un limbo di illegalità. Lo sa bene la polizia che cura l’accoglienza e l’identificazione dei migranti. Uno dei principali porti è quello di Augusta, nel Siracusano. La procedura prevede il tampone per tutti, poi la procedura di identificazione e infine la quarantena in una delle navi ormeggiate al porto. I minori non accompagnati vengono invece trasferiti nei centri di accoglienza. Terminata la quarantena i migranti vengono sottoposti a un altro tampone molecolare, prima di venir consegnato loro il provvedimento di espulsione dall’Italia. Per avere idea dei numeri, in questo momento al porto di Augusta sono ormeggiate due navi quarantena, ognuna delle quali ospita 400-500 migranti. 

Quando si ritrovano in strada non possono prendere un autobus, un treno, un aereo perchè sprovvisti di Green pass. La prefettura di Siracusa sta cercando di trovare una soluzione, ma in realtà quella più immediata potrebbe essere la vaccinazione. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: