Notizie Locali


SEZIONI
Catania 9°

Cronaca

Catania, studenti di destra in corteo per il Tricolore e per il giovane aggredito dai collettivi di sinistra

Di Redazione |

CATANIA – Più di un centinaio di studenti è sceso oggi in piazza a Catania per «festeggiare» il Tricolore Italiano. A darne notizia il coordinamento degli studenti identitari catanesi, che vede riunite le diverse sigle dei giovani «a destra» delle scuole etnee, tra cui Assalto Studentesco, di cui fa parte lo studente aggredito ieri da una trentina di esponenti dei collettivi. «Un corteo – dicono i promotori – composto, gioioso e propositivo. Siamo riusciti nel nostro intento. Stimolare gli studenti a tornare in piazza, tricolori in mano, per ricordare anzitutto a noi stessi che un’altra Italia e possibile e che noi saremo la classe dirigente del futuro».

«Siamo scesi in piazza – aggiungono – per rivendicare l’identità del nostro popolo contro chi oggi vorrebbe appiattire il mondo con globalizzazione e capitalismo sfrenato. Vogliamo rivendicare fieramente la nostra cultura greco – romana e la grandezza di tutti gli illustri personaggi che hanno donato la loro intera vita all’arte, alla cultura, ad ogni scienza». «Porre al centro la nostra formazione – aggiungono – vorrà dire tornare a dare futuro al nostro Paese, ricordare quanto è stato fatto nei secoli scorsi e quanto ancora ci sia da fare è la nostra priorità».

«Siamo convinti – concludono – che sia necessario incentivare gli studenti a restare nelle proprie città. Migliorare la qualità accademica ed i servizi delle scuole e delle università al sud, far sì che ogni titolo di istruzione pubblica possa valere ben più di quelli privati. Vogliamo che venga estinta ogni distinzione e che la ‘serie A’ dell’istruzione sia quella pubblica. Ripartendo da questo, finalmente si ridurrebbero costi e stress per le famiglie. Ogni studente verrebbe incentivato a restare nella propria terra e non fuggirebbe all’estero a cercare lavoro».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati