Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Caltagirone, per comprare la droga voleva la moglie prostituta e i figli mendicanti

Arrestato un 35enne. La vittima è una donna di 32 anni che dall'uomo ha avuto cinque figli

Di Redazione

Pretendeva che la moglie si prostituisse e i figli mendicassero per procuragli il denaro per la droga. In manette è finito, su ordine del gip del Tribunale di Caltagirone, un 35 enne del luogo. Il provvedimento è stato eseguiro dai Carabinieri della Stazione di Palagonia su disposizione dei pm calatini. L’uomo è accusato di violenza e minaccia, maltrattamenti in famiglia, furto con strappo e lesioni personali aggravate.

Pubblicità

Oltre a condividere con l’uomo cinque splendidi figli, di età compresa tra 2 e 9 anni, la donna, di 32 anni, ha dovuto patire nel lungo periodo di convivenza una vera e propria via crucis per mano dell’indagato che l’ha sottoposta ad ogni sorta di violenza psicofisica.

Tossicodipendnete, pur di ottenere il denaro per la droga costringeva la donna anche a chiedere in prestito del denaro ad estranei e se per caso la poveretta tornava a mani vuote lui la minacciava “vieni qua che ti taglio la gola” o la offendeva “sei una prostituta” e ancora “la prostituta devi fare e i soldi li devi portare a me”. Ogni tentativo della donna di sottrarsi a tali umiliazioni fuggendo via da casa, lui l’afferrava per i capelli per poi colpirla con calci e pugni. Atti violenti commessi anche davanti ai figlioletti che, in alcuni frangenti, venivano costretti dal padre ad elemosinare per strada. Alla fine la donna ha deciso di rivolgersi ai carabinieri i quali, coordinati dal magistrato titolare dell’indagine, hanno fermato le violenza. L’uomo è finito in carcere.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA