Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

L'isola ecologica di Rodì Milici è totalmente fuorilegge: denunciato il sindaco

L'area è stata sequestrata dai carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto e del Nucleo Operativo Ecologico di Catania

Di Redazione


L’isola ecologica comunale di Rodì Milici (Messina) è stata sequestrata dai carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto e del Nucleo Operativo Ecologico di Catania, che hanno denunciato il sindaco Eugenio Aliberti, responsabile dell’Area Tecnica di Gestione, alla quale compete il sito, per la mancanza di requisiti e condizioni per la sua conduzione e per l’omessa comunicazione agli enti competenti, gestione illecita dei rifiuti, deposito incontrollato di rifiuti in aree non autorizzate e mancanza di autorizzazione allo scarico di acque reflue di dilavamento dei rifiuti e del piazzale del sito.

Pubblicità

Al vaglio dell’autorità giudiziaria la posizione di un operaio sorpreso dai carabinieri mentre con una spazzatrice comunale depositava rifiuti in aree non autorizzate.

Il controllo è stato esteso anche nell’area e nei locali dell’adiacente ex mattatoio comunale, mai completato, dove sono stati trovati altri rifiuti speciali depositati in maniera incontrollata e non autorizzata. I militari hanno sequestrato il mezzo adibito a spazzatrice perché senza copertura assicurativa.

I fatti accertati sono al vaglio dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, che coordinerà gli eventuali sviluppi delle indagini.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: