Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Proseguono le ricerche dello skipper sparito in mare: l'ipotesi dell'incendio in barca

Ancora nessuna traccia di Andrea Taormina, la scomparsa resta avvolta nel mistero nonostate il ritrovamento di alcuni pezzi della barca

Di Redazione

Proseguono le ricerche dello skipper palermitano Andrea Taormina, 49 anni, sparito in mare mentre stava portando l’imbarcazione da San Vito Lo Capo a Balestrate. Ieri erano stati trovate parti della barca a vela, «Malandrina», nella zona di Castellammare del Golfo, in acque molto profonde. 

Pubblicità

Il mare durante la traversata era calmo. I militari della Capitaneria di porto di Palermo che coordinano le ricerche hanno sentito familiari e conoscenti. Dalle prime indagini non sembra che ci siano state collisioni. L’ipotesi più probabile che sia divampato un incendio a bordo dell’imbarcazione che ne ha provocato l’affondamento. 

L’ultima cella agganciata dal cellulare di Taormina è proprio nella zona dove sono stati trovati i pezzi dell’imbarcazione. Gli uomini della Capitaneria di porto da 72 ore conducono ininterrottamente le ricerche nel mare tra San Vito Lo Capo e Balestrate e l'ipotesi del trgico naufragio si sta facendo sempre più strada. 

«Mio fratello Andrea è partito martedì alle 19.30 da San Vito Lo Capo diretto a Balestrate. Ad aspettarlo in banchina attorno alle 23.30 la sua compagna Dalila, quando non lo ha visto arrivare ha chiamato subito i soccorsi anche perché il telefonino era spento da mezzanotte e mezzo» ha raccontato Riccardo Taormina, il fratello dell’imprenditore durante la trasmissione Chi l’Ha Visto di Rai3. «Mio fratello è esperto, ha un patentino da skipper - aggiunge Riccardo - Noi ringraziamo le forze dell’ordine Guardia Costiera e Carabinieri che si stanno prodigando nelle ricerche ma chiediamo aiuto a tutti. Una barca a vela non può sparire nel nulla in un tratto di mare così breve». 

 

 

Ieri mattina la notizia del ritrovamento di  alcuni pezzi dell’imbarcazione davanti al mare di Castellamare del Golfo. Ma è ancora un mistero su cosa sia successo allo skipper visto che il mare era calmo. Per questo l'ipotesi dell'incendio che non avrebbe lasciato scampo allo skipper sta prendendo sempre più piede.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA