Notizie locali
Pubblicità

Economia

Ncc e bus turistici domani in piazza anche a Catania per i ritardi nei ristori Covid

Presidio in piazza San Domenico,  davanti la sede del governo regionale per manifestare "contro le lentezze burocratiche della Regione"

Di Redazione


Anche la Sicilia parteciperà domani, giovedì 17 febbraio, alla mobilitazione nazionale indetta dal Trasporto Pubblico non di Linea. Dalle 10 del mattino, Federnoleggio Confesercenti sarà in presidio in piazza San Domenico, a Catania, davanti la sede del governo regionale per manifestare "contro le lentezze burocratiche della Regione nell’assegnazione dei sostegni, ricevuti al momento solo da una minima parte degli imprenditori del comparto". In Sicilia, il comparto conta circa 3000 imprese e 15 mila lavoratori impiegati.  

Pubblicità

«Siamo stretti da un lato dalle restrizioni dovute al contenimento della pandemia - dice Giuseppe Contrafatto, presidente di Federnoleggio Sicilia - e dall’altro dall’inadeguatezza delle misure di sostegno. Ad essere stati azzerati dalla pandemia sono tutti i nostri mercati di riferimento: incoming turistico, fieristico, business, scolastico. Gli interventi fin qui operati, sia dal governo nazionale che dalla Regione, sono stati in larghissima maggioranza a beneficio del trasporto pubblico locale di linea, mentre i provvedimenti che dovevano aiutare imprese di Ncc e bus turistici, sono rallentati dai tempi e dai nodi della burocrazia regionale. Bisogna intervenire subito per evitare la chiusura delle aziende e la perdita di migliaia di posti di lavoro».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA