Notizie Locali


SEZIONI
Catania 14°

Enna

Magistrato morto in incidente, Ardita: «Sostegno a giovani colleghi in territori difficili»

Di Redazione |

Roma – Nel formulare “il ricordo dalla tragica morte del collega magistrato Giovanni Romano”, avvenuta in un incidente stradale mentre si stava recando a Caltanissetta per partecipare ad un incontro con i rappresentanti del Csm, il consigliere Sebastiano Ardita, intervenendo al plenum di oggi, ha rilevato come “questo evento descriva la vita di tutti i giorni di un magistrato di prima nomina ed il Csm debba prendere spunto da questo fatto drammatico per occuparsi della condizione dei giovani magistrati, che è la più delicata e la più esposta rispetto a tutti gli altri colleghi”.

“Si tratta di giovani inviati in territori difficili, spesso lontano da casa ed in luoghi influenzati dalla criminalità organizzata, con un trattamento economico iniziale, a cui viene richiesto di operare in condizioni professionali e logistiche difficili se non impossibili, chiamati a permanere per un periodo che è stato recentemente innalzato ad almeno 4 anni”, dice Ardita. “Noi siamo l’autogoverno- ha affermato Ardita – ed abbiamo l’obbligo di stare vicino ai colleghi più in difficoltà: dobbiamo dare forza e sostegno ai giovani magistrati, non a parole ma nelle scelte concrete venendo incontro alle loro esigenze e con la nostra presenza”.

Il giorno dell’incidente Romano, in servizio alla Procura di Enna, stava andando a Caltanissetta per partecipare a un incontro con una delegazione del Csm in visita negli uffici giudiziari. E il vice presidente di Palazzo dei marescialli David Ermini ha parlato di «una tragedia indelebile che rimane nella testa e nel cuore e che ti segna per tutta la vita», raccontando «il grande sgomento» provato appena appresa quella terribile notizia che «ha sconvolto tutti». «Quel giorno lui e gli altri consiglieri hanno annullato gli impegni previsti e incontrato colleghi e familiari di Romano. «Torneremo in visita agli Uffici giudiziari di Caltanissetta anche per incontrare la moglie» ha assicurato Ermini, rinnovando ai familiari le condoglianze.  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA