Notizie locali
Pubblicità

Italia

Sedicenne uccisa, confessa l'amico adolescente: «Sono stato io»

Chiara Gualzetti trovata senza vita nel "Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio"

Di Redazione

Ha confessato nella notte l’amico di Chiara Gualzetti, la 16enne scomparsa da casa domenica mattina e trovata senza vita ieri pomeriggio nel "Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio", a poche centinaia di metri da dove abitava. Alle ore 4.30 di questa mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Borgo Panigale e i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bologna hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna, nei confronti del 16enne, gravemente indiziato del delitto di Chiara Gualzetti. Il provvedimento, fa sapere l’Arma, è scaturito "dai molteplici riscontri oggettivi emersi, nonché dalla confessione resa dall’indagato". Sono tuttora al vaglio degli inquirenti le motivazioni del gesto. Su disposizione dell’Autorità giudiziaria minorile, il 16enne è stato tradotto in un Centro di giustizia minorile, mentre il corpo della 16enne è stato trasportato al D.O.S. - Deposito Osservazione Salme di Bologna.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: