home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Lampedusa: benzina troppo cara, la ditta: «Ci vietano di venderla a prezzo più basso»

Durante la visita di sabato scorso a nell'isola delle Pelagie, Matteo Salvini, aveva sollevato la questione dei carburanti

Lampedusa: benzina troppo cara, la ditta: «Ci vietano di venderla a prezzo più basso»

LAMPEDUSA - Da sempre a Lampedusa il prezzo dei carburanti è più alto che nel resto della Sicilia. Il sindaco Giusi Nicolini, con una serie di provvedimenti, era riuscita a fare arrivare sull'isola autobotti a condizioni vantaggiose e con un contributo della Regione; ma nonostante questo il prezzo del gasolio e della benzina ai distributori non è calato.

 
Durante la visita di sabato scorso a Lampedusa, Matteo Salvini ha posto la questione del prezzo elevato del carburante nell’isola e adesso una delle ditte fornitrici della benzina a prezzo più basso, la Nautilus, spiega che da tempo le è stata «inibita la commercializzazione al consumo dei suoi prodotti nella sola isola di Lampedusa, mentre a Linosa (l'altra isola delle Pelagie) è presente con prezzi di vendita notevolmente inferiori», gestendo una propria stazione di servizio.

 

La ditta, inoltre, sarebbe stata esclusa dagli incentivi sul trasporto erogati dalla Regione. «La Nautilus è disponibile - si legge in una nota dell’azienda - a rifornire i rivenditori di Lampedusa a un prezzo significativamente più equo, lasciando ovviamente all’iniziativa degli organi annonari locali la determinazione dei costi da ricaricare per la vendita al pubblico».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP