Notizie locali
Pubblicità

Catania

Acquascivoli e passerelle abusivi: alla Plaia e ad Aci Castello scattano sequestri

Di Redazione

Catania - Sequestrato sul lungomare della Plaia, a Catania, un complesso turistico attivo di giorno come solarium, con acquascivoli, piscine, mini club e spiaggia attrezzata, e di sera come discoteca. I sigilli sono scattati per un’area estesa 19.000 metri quadrati. Durante i controlli eseguiti da personale della Guardia costiera è stato accertato che la storica struttura, che si trova su area demaniale marittima ricadente nell’ambito dell’Autorità di sistema portuale, era stata affidata già dal 2015 a un curatore giudiziario che, nel tempo, aveva ceduto a una società terza la gestione di un ramo d’azienda. "Il tutto senza alcuna concessione demaniale marittima" spiegano dalla Guardia costiera che ha apposto i sigilli e segnalato all’autorità giudiziaria i titolari.

Pubblicità


L’occupazione di suolo pubblico e l’attività imprenditoriale, infatti, erano esercitate senza alcuna autorizzazione rilasciata dall’ente portuale, che vantava un credito nei confronti della struttura di circa 70.000 euro. Ad Aci Castello, invece, in località Cannizzaro personale della Capitaneria di porto di Catania ha accertato che un hotel si era appropriato abusivamente di una parte di scogliera per realizzare scivoli e passerelle a mare senza alcuna autorizzazione. Anche in questo caso i titolari della struttura sono stati denunciati e l’area sequestrata.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA