home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, si assenta il farmacista: rimandati a casa malati oncologici

Grave disservizio nell'ospedale Garibaldi di Nesima. La direzione: «Episodi concatenati hanno causato la sospensione temporanea del Day Hospital, ma è già tutto risolto»

Catania, si assenta il farmacista: rimandati a casa malati oncologici

CATANIA - «Possiamo capire il problema che si è verificato, sembra all'improvviso, e non vogliamo certo fare polemiche, ma deve essere chiaro che ogni giorno che passa noi rischiamo di morire...». E’ l’amaro ma dignitoso sfogo di un malato oncologico che due giorni fa, al Garibaldi Nesima, per l’assenza del farmacista al Day Hospital oncologico, si è visto negare la somministrazione mensile dei farmaci chemioterapici per combattere la terribile malattia.

«Tutto - racconta il malato a nome anche degli oltre venti pazienti sui 70 in lista (alcuni in fase pre terminale) che sono stati rimandati a casa - si è verificato intorno alle 10,40 di venerdì quando, dopo avere atteso il turno, dalle 8 del mattino, mi sono visto negare la somministrazione. Gli infermieri, d’un tratto, sono arrivati nella sala d’attesa e hanno comunicato che per un problema urgente - sembra un incidente a un parente del farmacista - questo si era dovuto assentare e non c’era nessuno che potesse sostituirlo. Dopo un attimo di sbigottimento siamo tornati a casa. Ma adesso sono preoccupato. Io per sopravvivere devo osservare la cura scrupolosamente. Mi chiedo: visto che siamo alla vigilia di Ferragosto quando intendono richiamarmi?». «Ripeto non voglio entrare nel merito di quanto accaduto, ma mi interrogo: possibile che in un grande ospedale come il Garibaldi, di livello regionale, l’assenza di un farmacista possa all'improvviso paralizzare un servizio così delicato come il Day Hospital oncologico?».

Abbiamo chiesto alla direzione del Garibaldi una spiegazione al grave disservizio. L’ufficio stampa ha risposto che «già da ieri mattina alcuni pazienti che hanno “saltato” la somministrazione sono stati richiamati e prenotati per la prossima settimana. Purtroppo - continua la nota - venerdì in servizio nel reparto dovevano esserci due farmacisti, ma al mattino uno non si è presentato perché ha avuto un malore e il secondo, a metà mattinata, ha ricevuto la notizia di un grave incidente occorso a un parente e si allontanato. Intorno all'una, il direttore sanitario dell'Arnas, Annamaria Mattaliano, venuta a conoscenza del problema verificatosi all'Oncologia ha immediatamente firmato un ordine di servizio per reperire un altro farmacista. Purtroppo in un periodo di ferie si sono verificati episodi concatenati che hanno causato la sospensione temporanea del Day Hospital. Nel volgere di pochissimo tempo tutti i pazienti che sono stati rimandati a casa saranno richiamati e prenotati».

In questa vicenda, però, sorge spontanea una sola domanda: ma in un ospedale così importante e grande come il Garibaldi Nesima venerdì c’erano soltanto due farmacisti in servizio?  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa