home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Agrigento, uccise con 27 coltellate il socio: condannato a 12 anni

La sentenza del Tribunale: per il palermitano Giovanni Riggio esclusa l'aggravante della crudeltà. La vittima fu il meccanico Giuseppe Mattina

Agrigento, uccise con 27 coltellate il socio: condannato a 12 anni

Il luogo del delitto

Il Tribunale di Agrigento, escludendo l’aggravante della crudeltà e concedendogli le attenuanti generiche, ha condannato a 12 anni di carcere Giovanni Riggio, il palermitano trentenne, reo confesso dell’omicidio del socio: il meccanico agrigentino Giuseppe Mattina. Il Pm Simona Faga aveva chiesto 30 anni.

La difesa dell’imputato - rappresentata dall’avvocato Marco Martorana - aveva invocato l’assoluzione sostenendo che il fatto era stato commesso per legittima difesa. Il delitto avvenne - era l’inizio di maggio dello scorso anno - in un capannone della zona industriale di Agrigento. Riggio che - secondo l’accusa diede 27 coltellate al meccanico - aveva già scelto, alla fine dello scorso gennaio, il rito abbreviato che prevede una riduzione di un terzo della pena. La moglie, il figlio minorenne e la mamma di Giuseppe Mattina si erano costituiti, attraverso l’avvocato Salvatore Cusumano, parti civili.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa