Notizie locali
Coronavirus, il j'accuse di Musumeci: «Rientrati in 20 mila per la fuga di notizie»

Cronaca

Coronavirus, il j'accuse di Musumeci: «Rientrati in 20 mila per la fuga di notizie»

Di Redazione

Se 20mila persone rientrate dal Nord in Sicilia si sono registrate sul sito della Regione, «è probabile che qualche migliaio non l’abbia fatto perché il senso di responsabilità non prevale in tutti» dice il governatore della Sicilia, Nello Musumeci. «Ma 20 mila è un dato significativo, il 95%», aggiunge.

Pubblicità

Per Musumeci l’esodo è stato determinato dalle notizie filtrate sulla bozza di decreto, poi firmata dal premier Conte. «La nostra richiesta era quella di rimanere nel posto dove si trovavano - afferma Musumeci - Si tratta di nostri conterranei, studenti e lavoratori del triangolo industriale del Nord. Ma quella notizia ha creato una condizione di panico».

Per il governatore «però quasi tutti hanno obbedito al protocollo, autoregistrandosi e dicendo di provenire da zone infette». «Questo è senso di grande responsabilità, che in parte mi sorprende ma mi dà grande soddisfazione - conclude il governatore - Nonostante ci sia un esasperato individualismo stavolta la comunità siciliana ha compreso che serve disciplina. Prevale la convinzione che se noi oggi facciamo qualche sacrificio possiamo goderne domani, in materia di libertà e normalità».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: