Notizie locali
Pubblicità
Il Tar dice no ai penalisti di Catania: «Processo telematico resta com'è»

Cronaca

Decreto di condanna penale: che cosa è e come funziona

Di Redazione

Il decreto penale di condanna - come spiega il sito consulenzalegaleitalia.it - è un istituto previsto dagli articoli 459 e seguenti del codice di procedura penale. La finalità della norma è quella di perseguire reati meno gravi senza una concreta attività di udienza e mediante un’istruttoria semplificata, accelerata e sommaria. Gli effetti del decreto penale di condanna equivalgono sostanzialmente a quelli di una sentenza di condanna: questa non potrà tuttavia che essere soltanto di tipo pecuniario. Con il decreto penale di condanna infatti non sarà possibile condannare l’imputato a pena detentiva (arresto o reclusione), e quest’ultima, ove prevista dalla norma penale, dovrà necessariamente essere convertita in pena pecuniaria (ammenda o multa).

Pubblicità

Anche se, come accennato, si tratta solo di pena pecuniaria, le conseguenze penali sono effettive. Non si tratta infatti di sanzioni meramente amministrative (come ad esempio una “multa” per “divieto di sosta”) o civili, ma di pene corrispondenti ad una condanna in sede penale, con tutto ciò che ne consegue.

Dove la sanzione irrogata non sia sospesa dal giudice, il condannato sarà tenuto a versare all’Erario l’intera somma prevista. In alcuni casi questa può raggiungere diverse migliaia di euro.

La pena massima convertibile in pena pecuniaria, ai fini dell’emissione del decreto penale è di sei mesi di reclusione o di arresto.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: